Pannelli fotovoltaici, dalla Corea un’idea per riciclarli

Questa nuova idea sviluppata in Corea renderebbe i pannelli fotovoltaici più ecosostenibili per tutto il loro ciclo di vita.

pannelli fotovoltaici
Dopo 25 anni i pannelli fotovoltaici andrebbero riciclati

I pannelli fotovoltaici in media durano circa 25 anni e, grazie a diversi incentivi dati dai governi dell’Europa, essi si starebbero sviluppando in tutto il continente. Basti pensare, infatti, che solo nella fine del 2015 sono state distribuite oltre 50 tonnellate di pannelli fotovoltaici.

Soprattutto nel 2015 c’è stato un vero e proprio boom dei pannelli fotovoltaici

Non tutti gli aspetti di questa faccenda però sono positivi. Questa distribuzione di massa significa anche che al termine del loro ciclo di vita, queste 50mila tonnellate dovranno essere riciclate per non impattare in maniera significativa sull’ambiente.

A venire incontro a questo problema è stata la Corea la quale ha messo appunto un’idea dagli scienziati del Korea Electronics Technology Institute e del Korea Interfacial Science and Engineering Institute per riciclare i predetti pannelli.

Andando a rimuovere e sostituire dei componenti metteremo a nuovo l’intero pannello

L’operazione, nello specifico, consiste nello scaldare gli strati di silicio in maniera costante e graduale, ad una temperatura di 15 °C al minuto: solo così infatti si può evitare che si rompano.

Una volta che le lastre di semiconduttore verranno prelevate integre dal pannello, l’elettrodo d’argento verrà estratto e trattato con acido nitrico, mentre gli altri componenti come il rivestimento antiriflesso, l’emettitore termico e gli strati di giunzione verranno successivamente polverizzati in una rettificatrice.

Infine, bisognerà anche staccare l’elettrodo di alluminio dal lato posteriore in modo da andare a creare una nuova cella fotovoltaica nuova. Quest’ultima, inoltre, sarà in grado di fornire delle prestazioni identiche a quelle del modello che saremo andati a sostituire.

Una soluzione eco friendly che aiuterà non poco nel riciclo e nel benessere di tutti. Infine, questo è stato sicuramente un passo importante per consentire l’intera sostenibilità del progetto.