Lo riconoscete? E' stato uno dei volti più amati dell'Isola dei Famosi

Riuscite a riconoscerlo? Oggi è un conduttore di successo, ed è stato uno dei personaggi più acclamati del noto Reality. Ecco chi è questo bel fusto.

Da qualche ore lo scatto amarcord in copertina è diventato letteralmente virale sul web.

Lo riconoscete? E' stato uno dei volti più amati dell'Isola dei Famosi

La foto risalirebbe a circa una ventina di anni fa, e immortala uno dei più amati conduttori dello spettacolo italiano nel fiore dei suoi anni. Qui giovanissimo, sfoggiava i rasta, uno dei trend dell’epoca, e un fisico da paura.

Ma chi è il misterioso volto, che ha conquistato anni addietro i fan dell’Isola dei Famosi? Proviamo a scoprirlo con qualche indizio.

Riconoscete il bellissimo ragazzo in foto?

Non solo un conduttore televisivo ma anche radiofonico, il nostro protagonista ha esordito nel lontano 1998, come presentatore di Disney Channel.

Tra le esperienze salienti della sua carriera ricordiamo certamente, la nota trasmissione musicale Top of the Pops nel 2002 e nel 2003, il quale vedeva l’amato conduttore alle prese con le interviste di cantanti di fama internazionale.

Nel 2004, insieme a Chiara Tortorella, sarà alle redini di un noto programma radiofonico a Radio Milano Uno e Radio Roma Uno, mentre nell’estate del 2005 e del 2006 presenterà il Cornetto Free Music Live su All Music in diretta dall’Alcatraz di Milano.

Nel 2015 e nel 2019, sarà invece l’inviato speciale in Honduras nell’arco de L’Isola dei Famosi.

Avete capito di chi stiamo parlando?

Ecco di chi si tratta

Si tratta proprio di lui Alvin, pseudonimo di Alberto Bonato, che di recente il pubblico ha apprezzato al fianco di Ilary Blasi nella conduzione degli Eurogames.

Amatissimo dal pubblico, questo l’avrebbe voluto nuovamente in Tv, nelle vesti di inviato per il noto Reality di Canale 5.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da ALVIN (@bravoalvin)

Ma in un post di qualche tempo fa, seppur mostrandosi profondamente grato per l’affetto del pubblico, confidò che affinchè potesse mantenere lo stesso ‘grado di entusiasmo’ e non perdere quella luce tanto gradita agli occhi del pubblico, si sarebbe dovuto confrontare con nuove esperienze professionali.