Diletta Leotta, il trucco piccante per avere voti alti: mutandine speciali

La conduttrice di DAZN ha rivelato un particolare molto ‘intimo’ del suo passato da studentessa. Pare che Diletta Leotta sia molto grata al suo intimo.

L’Università non è facile per nessuno. Diletta Leotta ammette di avere avuto delle difficoltà ma grazie ad un escamotage che ha a che fare con la sua biancheria intima per fortuna è riuscita a prendersi delle grandi soddisfazioni.

Diletta Leotta e l'Intimo per superare gli esami

Una ammissione, quella di Diletta, al Venus Club che ha lasciato senza parole un po’ tutti. Nessuno si aspettava, infatti, che la conduttrice sportiva potesse rivelare un dettaglio quantomeno particolare del suo passato da studentessa.

LEGGI ANCHE –> Diletta Leotta viso devastato dai ritocchini: ‘Sembri Ornella Vanoni ‘- FOTO

LEGGI ANCHE –> Amici, un altro lutto dopo Michele Merlo colpisce il talent: ‘Un male incurabile’

Diletta Leotta, il passato da studentessa: ‘Voti alti con l’intimo giusto’

Ospite della bellissima Lorella Boccia nel suo Venus Club, Diletta Leotta si è lasciata andare a delle confidenze tra donne che hanno lasciato tutti senza parole. A quanto pare, Diletta ha voluto svelare il trucco per avere dei voti alti agli esami universitari.

Non tutti sanno che la bella siciliana ha conseguito la laurea in giurisprudenza alla Luiss di Roma. A tal proposito, Lorella le ha chiesto come faceva a prepararsi agli esami e se avesse un segreto per andare sempre bene. La fidanzata di Can Yaman ha risposto senza esitazioni:

“Il mio intimo nero!”.

Aggiungendo poi:

“Quando ce l’avevo addosso puntualmente prendevo voti più alti…”

Il total black le ha sempre portato molta fortuna ed è stato per lei una sorta di amuleto.

L’intimo per scaramanzia

‘Non è vero ma ci credo’ Edoardo De Filippo lo diceva sempre ed è effettivamente per questo che molti conservano gelosamente i propri riti scaramantici. Se Diletta l’ha rivelato è perché evidentemente non le occorre più.

Sicuramente le sue fan proveranno ad emularla confidando nella stessa buona sorte.