Denise Pipitone, vergognose accuse contro Piera Maggio: ‘Partirà una denuncia’

Piera Maggio, la mamma di Denise Pipitone ha affermato di essere arrabbiata con il programma Quarto Grado. I toni usati in trasmissione non sono stati di suo gradimento. Possibile denuncia in arrivo.

Piera Maggio non ci sta e decide di attaccare pubblicamente e forse, anche legalmente, la trasmissione Quarto Grado. I toni utilizzati nel programma condotto da Gianluigi Nuzzi non sono piaciuti alla mamma della piccola Denise Pipitone. Probabile denuncia in arrivo.

La vicenda

Piera Maggio, mamma di Denise Pipitone, ha deciso di diffidare Quarto Grado, la trasmissione condotta da Gianluigi Nuzzi che nelle ultime puntate come altri giornalisti, sta trattando il caso della misteriosa scomparsa di Denise Pipitone.

Qualche giorno fa, nella trasmissione si è parlato ancora una volta della sparizione di Denise, ma un ospite di Nuzzi ha fatto infuriare e non poco, Piera Maggio.

Tutta colpa di Carmelo Abbate che ha messo in discussione mamma Piera parlando della sua storia con Pietro Pulizzi. Le parole di Abbate e le parole che ha utilizzato per esprimersi sulla vita privata di Piera Maggio, hanno fatto infuriare la donna.

La donna si è dunque sfogata sui social. Ma non è la prima volta che ci sono degli alterchi con Quarto Grado. Già in passato ci sono infatti stati degli screzi tra la mamma di Denise e la trasmissione. Ma questa volta, la pazienza di Piera Maggio sembra essersi esaurita.

Piera Maggio ha infatti annunciato tramite i suoi social di aver diffidato Quarto Grado. Ha diffidato, nello specifico, il programma a non trattare più il caso di sua figlia, nè a fare il suo nome o quello di Denise.

Il motivo è legato a quanto accaduto nell’ultima puntata della trasmissione.

Il post di Piera Maggio

Queste le parole della mamma di Denise pubblicate attraverso i suoi account social ufficiali:

“Si diffida il programma quarto grado a non trattare più il caso di mia figlia, nè a citare il mio nome o quello di mia figlia a causa delle continue, reiterate frasi offensive nei miei confronti affermate con veemenza inopportuna, senza contegno da parte di Carmelo abbate”.

Prosegue poi il post di Piera:

“Senza nessuna presa di distanza da parte di nuzzi, che ha dimostrato al contrario un plateale atteggiamento di parte e non certamente garantista”.

La diffida è solo il primo passo di Piera Maggio contro Quarto Grado e Gianluigi Nuzzi. La mamma di Denise ha tenuto a specificare che nel caso in cui non dovessero dare ascolto alla diffida allora si procederà con una denuncia:

“ci si riserva di querelare il programma e gli autori che consentono questo scempio delle vittime di un reato”.

Già nelle scorse ore Piera Maggio si era già adirata contro alcuni giornalisti e ospiti televisivi che poco informati si sono permessi di giudicare la vita della mamma di Denise arrivando a parlare anche dei rapporti privati di Piera Maggio con Piero Pulizzi, papà biologico di Denise.

In un nuovo sfogo ha così scritto:

“bisogna non fare gli auto-detective. questo non è un gioco. l’aiuto al caso si può fornire in diverso modo senza esagerare. non siate pedine dei fallimenti degli altri”.

Nel frattempo, l’avvocato di Marcello Corona, fratello di Anna Corona, ha smentito qualsiasi coinvolgimento del suo assistito nel caso di Denise Pipitone. Solo qualche giorno fa, si parlava infatti di un coinvolgimento anche del fratello di Anna Corona nel caso di sequestro su Denise Pipitone.

Le parole dell’avvocato:

“nel 2004 il fratello di anna corona, marcello corona partì da palermo alla volta di messina. io ho riflettuto e ho pensato che ci sia stato uno sbaglio. frazzitta ha equivocato il nome e ha riportato il virgolettato male. marcello corona non c’entra nulla”.