semina halliwell

Un altro agghiacciante caso di cronaca nera. Una ragazzina di 12 anni, si è suicidata dopo essere stata bullizzata e violentata. La giovane non ha retto il peso della violenza e degli insulti e ha deciso di togliersi la vita. I dettagli.

Non c’è mai fine al peggio. Bullismo e violenza sono ormai sempre più all’ordine del giorno e quando soggetti psicologicamente instabili incontrano un’anima fragile come quella della protagonista dell’ennesima storia di violenza che oggi vogliamo raccontare, la conclusione, purtroppo, non è mai a lieto fine.

La vicenda di Semina Halliwell

Semina Halliwell era una ragazza bellissima. Ricordata da tutti come gioiosa, vitale e sempre allegra, da un po’ di tempo aveva però perso il suo meraviglioso sorriso. Qualcuno ha distrutto l’equilibrio perfetto del suo mondo interiore e l’ha fatto in mille pezzi.

Semina Halliwell aveva 12 anni ha quando ha deciso di togliersi la vita. E’ morta in ospedale dove è stata portata dopo i medici hanno cercato di stabilizzarla dopo averle indotto il coma. Ma il suo cuore ha ceduto e così la dolce Semina si è spenta tra lo sgomento di tutti, a soli 12 anni all’ Alder Hey Hospital, in Inghilterra.

semina halliwell

Amici, familiari e centinaia di sostenitori, hanno organizzato una veglia in sua memoria sulla spiaggia si Southport.

Le dichiarazioni della mamma di Semina Halliwell

La madre di Semina Halliwell ha affermato che la figlia si è tolta la vita dopo essere stata violentata. Rachel Halliwell afferma che la bambina veniva bullizzata quotidianamente si a scuola che online, sui social che usava spessissimo.

Secondo la mamma, però, la giovane Semina è stata vittima di violenza sessuale perpetrata da un ragazzo della scuola che Semina frequentava.

Queste le parole di mamma Rachel:

“dopo che la sua innocenza le è stata presa con la forza, semina è stata vittima di bullismo ogni giorno. ALLA FINE NON HA RETTO PIù LA SITUAZIONE E HA DECISO DI TOGLIERSI LA VITA”.

La commissione parlamentare

Questo tragico caso è stato discusso nelle scorse ore in una specifica commissione parlamentare dove il deputato laburista Apsana Begum ha chiesto al segretario all’istruzione Gavin Williamson, soluzioni concrete per proteggere i bambini come Semina da molestie e abusi sessuali:

“volevo portare alla luce il caso di semina halliwell che aveva solo 12 anni e che si è suicidata dopo essere stata violentata. cose del genere non devono più accadere”.

Queste le parole del deputato che ha preso a cuore la questione della giovane Semina e che ora combatterà accanto alle istituzioni scolastiche per evitare che episodi del genere possano tornare a verificarsi.

Anche il figlio del deputato frequenta la stessa scuola di Semina e proprio lui ha confessato alla mamma di essere a conoscenza del fatto che Semina fosse stata vittima di violenza sessuale:

“semina è arrivata in ospedale in condizioni critiche. è stata messa in coma. le ultime parole che mi ha detto mio figlio prima che inducessero il coma alla bambina sono state: ‘mamma, semina è stata violentata…’. sono rimasta scioccata”.

Ha concluso poi Miss Begum:

“semina era una combattente. è sopravvissuta a tre attacchi di cuore prima di cedere”.

Ora non resta che la tristezza e la disperazione di una famiglia che ha perso la sua amata bambina.

Le parole della mamma:

“la morte di semina è un dolore atroce. figlia e sorella premurosa, amava alla follia i fratellini Rafe e Jorge. ma semina era amata da tutti. non c’era una persona che non le volesse bene”.

LEGGI ANCHE –> Raffaella Carrà oggi è irriconoscibile: capelli bianchi e corti, addio al famoso caschetto

LEGGI ANCHE –> Gianni Morandi, vita stravolta dalla morte della figlia: come sta oggi dopo il dramma