ALLERTA- Trovate tracce di pesticidi nell’acqua minerale: i MARCHI INCRIMINATI

Allarme acqua minerale. Trovate tracce di pesticidi e metalli pesanti in alcune confezioni di acqua minerale San Benedetto e altri famosi marchi I dettagli.

Tracce di pesticidi rilevate in alcuni lotti di acqua minerale San Benedetto e di altre famose marche. Un test chimico ha mostrato la quantità tossica in eccedenza riscontrata nelle acque prodotte dalle ‘case’ più famose.

Allerta pesticidi nelle acque minerali

Nonostante l’acqua del rubinetto sia sicura e potabile, molti preferiscono avere in casa scorte di bottiglie di plastica contenenti acqua minerale.

Se credete che la marche più famose siano una garanzia, i risultati di un test che leggerete di seguito, vi lasceranno senza parole.

Un nuovo test chimico è stato eseguito su 50 marche differenti che si occupano di dare il proprio nome all’acqua che commercializzano, per valutarne la qualità.

I dati emersi non sono per nulla incoraggianti. E’ risultato infatti che molte acque sono contaminate da piccole quantità di cromo, uranio, boro e addirittura in alcune, sono stati riscontarti residui di fitofarmaci.

Il Ministero della Salute ha tenuto a specificare che le tracce riscontrate sono tutte nei limiti di legge e quindi non rischiose per la salute. Tuttavia bisogna comunque stare attenti.

Le bottiglie di acqua minerale che di solito compriamo al supermercato, provengono da fonti naturali che dovrebbero essere incontaminate. Può però capitare che però l’acqua porti con sé anche sostanze talvolta nocive per la salute, come metalli pesanti e pesticidi.

Il test in questione è stato condotto da una rivista tedesca che attraverso l’indagine Oko-Test, ha fatto analizzare 50 campioni di acque minerali vendute nei supermercati tedeschi per valutarne la qualità.

Mentre alcune acque hanno passato il test, risultando incontaminate, altre invece, hanno registrato dati piuttosto allarmanti.

I risultati del test

In alcune acque minerali di diverse marche che sono state analizzate, sono stati riscontrati elevati livelli di Cromo VI o cromo esavalente, una sostanza molto cancerogena così come classificata dal regolamento dell’Unione Europea. Tra l’altro, il cromo esavalente, è considerato anche uno degli inquinanti ambientali più pericolosi.

La rivista tedesca che ha condotto l’indagine ha specificato che:

“i danni alla salute sono improbabili con tutti i valori determinati, ma le acque minerali completamente prive di cromati sono la scelta migliore dal punto di vista del consumatore, soprattutto perchè altri possono contenere questo elemento”.

Ma non solo il cromo esavalente è stato trovato nelle acque minerali di diverse marche analizzate. Anche l’uranio e il boro. Queste sostanze che si trovano naturalmente nel sottosuolo  e negli strati rocciosi non è innocua per l’uomo.

L’uranio infatti è un metallo leggermente radioattivo. Le tracce riscontrate nell’acqua preoccupano per la tossicità chimica e non per gli effetti delle radiazioni. Alcune ricerche scientifiche hanno messo per esempio in evidenza, una connessione tra l’assorbimento di uranio e le disfunzioni renali che colpiscono gli uomini.

L’uranio, potrebbe talvolta essere contenuto anche nell’acqua dei nostri rubinetti. Controllare o comunque depurare l’acqua resta sempre l’alternativa migliore.

Il boro invece è un semimetallo velenoso che come i pesticidi, può essere dannoso per la salute dell’uomo.

Migliori e peggiori marche di acqua

E’ stato stilato un elenco delle migliori e peggiori marche di acqua. Tra le peggiori, compare un nome inaspettato: San Benedetto con livelli di cromo abbastanza elevati.

Meno peggio ma comunque non eccellente, la San Pellegrino con alti livelli di uranio.

LEGGI ANCHE –> Raffaella Carrà oggi è irriconoscibile: capelli bianchi e corti, addio al famoso caschetto

LEGGI ANCHE –> Gianni Morandi, vita stravolta dalla morte della figlia: come sta oggi dopo il dramma