Lady Diana, l’agghiacciante retroscena sull’incidente: ‘Guasto ai freni simulato’

A quanto pare Lady Diana aveva capito che quelli che stava vivendo potevano essere i suoi ultimi giorni. Spunta un messaggio da brividi.

Una Principessa amata perchè tenera e amorevole. Lady Diana ha da sempre ricevuto tanto affetto grazie alla sua personalità e al suo angelico aspetto. Una morte, la sua, violenta che ha fatto sorgere negli anni diversi dubbi sulla reale accidentalità della cosa.

E’ stata solo una fatalità o un omicidio commissionato? Il dubbio si infittisce rileggendo alcuni scritti della Principessa. La ex moglie del Principe Carlo aveva avuto delle strane percezioni prima dell’incidente.

LEGGI ANCHE –> Lady Diana, il medico rompe il silenzio: l’agghiacciante verità sulla morte

LEGGI ANCHE –> Belen Rodriguez mostra la prima foto di sua figlia: Luna Marie è già bellissima

Lady Diana, il messaggio prima di morire: ‘Manometterà i freni’

Dal terribile incidente che segnò la morte di Lady Diana sono passati già molti anni. Ben 26 anni fa, nel 1995, in una lettera la Principessa lasciava presagire una morte violenta e precoce ma soprattutto premeditata. La lettera era stata affidata al fidato maggiordomo.

Nello scritto rivelava:

“Sono seduta qui al mio tavolo, oggi, in ottobre, con il desiderio che qualcuno mi abbracci e mi incoraggi a essere forte, ad andare avanti a testa alta. Questa particolare fase della mia vita è la più pericolosa… Mio marito sta pianificando un incidente nella mia macchina, un guasto ai freni per causare un grave trauma cranico”.

Tale lettera venne resa pubblica però solo nel 2003 e indusse l’ex capo di Scotland Yard, John Stevens, a interrogare il principe Carlo: fatto senza precedenti che ovviamente provocò un grande scandalo.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da @dianaprincessofwales2020


LEGGI ANCHE –> Kate Middleton sconvolta: ‘Non ho visto Lili nemmeno in videochiamata’

L’esito delle indagini

Poche ore fa è stato reso noto l’esito dell’indagini partite da quell’ultimo messaggio: l’ “Operazione Paget” previde un lungo interrogatorio al principe Carlo il 6 dicembre 2005 in un salotto privato al primo piano del St. James’s Palace, ovviamente nel riserbo più totale.

Secondo le parole di Carlo, con l’Operazione Paget sarebbe stato attribuito alla Principessa uno stato di paranoia crescente che l’avrebbe indotta a scrivere quella lettera senza però alcun riscontro reale:

“Non abbiamo trovato altre prove a sostegno dello scenario suggerito nella nota di Diana”

Queste le parole dell’ex capo di Scotland Yard al Daily Mail. Insomma, ancora non è chiaro se quello di Diana è stato solo un incidente, ma ognuno ovviamente è libero di farsi una propria opinione in merito.