selvaggia lucarelli

Irriverente, pungente e talvolta saccente, Selvaggia Lucarelli è stata spesso al centro di critiche e polemiche per i suoi pensieri. La giornalista di Libero, però si è mostrata in una veste diversa durante un lungo post da lei scritto. I dettagli.

Selvaggia Lucarelli come non l’avete mai vista. La giornalista di Libero ha scritto un lungo articolo sul portale TPI dedicato al caso di Nicola Tanturli. Quel post è stato d’ispirazione per aiutarla a raccontare di una sua vicenda privata molto intima e dolorosa.

La confessione di Selvaggia Lucarelli

Selvaggia Lucarelli non è solo una giornalista dalla penna e dalla lingua tagliente, ma è anche una donna con un passato doloroso che continua ancora a procurarle sofferenza.

La Lucarelli ha scritto un lungo articolo per il portale TPI parlando del caso di Nicola Tanturli, il bimbo di due anni scomparso nei pressi della sua abitazione e poi ritrovato vivo 36 ore dopo. Questo episodio, è stato per lei catartico perché le ha permesso di tirare finalmente fuori una vicenda familiare che le ha procurato un dolore immenso.

Selvaggia ha confidato ai suoi lettori, di aver commentato con il padre la storia del piccolo Nicola. L’uomo, padre di tre figli, si è lasciato andare a una riflessione profonda dicendo:

“tutti voi alla fine, siete dei miracolati”.

Questo commento, dice Selvaggia, non è casuale ma si ricollega a un episodio molto doloroso che la famiglia Lucarelli ha affrontato.

La giurata di Ballando con le stelle, ha confessato di aver perso un fratello che però non ha mai conosciuto, perché scomparso prima della sua nascita. Selvaggia ha dunque parlato di Simone, questo il nome del bimbo che è stato strappato brutalmente alla vita.

Queste le parole di Selvaggia:

“simone era nato da poco, dormiva nel suo lettino in ostetricia. secondo la ricostruzione dei miei genitori, un’infermiera uscì forse a fumarsi una sigaretta, lui ebbe un rigurgito e morì. forse soffocato”.

Queste le parole della giornalista che hanno lasciato tristezza nei lettori. La Lucarelli ha collegato la vicenda del piccolo Nicola alla scomparsa del fratellino, per sottolineare come talvolta anche una piccola disattenzione può essere fatale.

Il messaggio di Selvaggia Lucarelli

L’intento di Selvaggia, con il suo articolo, non era quello di rimproverare i genitori di Nicola Tanturli che negli ultimi giorni sono stati bersaglio di critiche e polemiche.

La giornalista ha voluto solo lasciare intendere come le piccole disattenzioni possono talvolta costare caro e lei lo sa bene. La Lucarelli ha però realizzato anche una profonda analisi introspettiva analizzando tutte le situazioni in cui lei si è trovata come figlia e come madre.

Dice di aver rischiato tanto. Che spesso le è andata bene e talvolta anche troppo. Si dice contenta per come si è conclusa la storia del piccolo Nicola perché un figlio è tornato a casa e i genitori lo hanno riaccolto a braccia aperte. Ma non tutti purtroppo, hanno avuto la stessa fortuna.

L’ex moglie di Pappalardo ha dunque voluto bacchettare tutti quei genitori che dall’alto delle loro esperienze si sono permessi di bacchettare Giuseppina e Leonardo Tanturli che sono stati attaccati di essere dei cattivi genitori.

Nessuno nasce con il ‘manuale del buon genitore’. Nessun genitore è infallibile e certi drammi possono capitare a chiunque.

LEGGI ANCHE —>Selvaggia Lucarelli, sacrosante bacchettate a Barbara D’Urso e Maria Monsé

LEGGI ANCHE —> Mugello, i genitori di Nicola massacrati di insulti