Sangiovanni rompe il silenzio sui disturbi mentali: ‘Psicoterapia e medicinali’

Il cantante di Amici ha rivelato ai fan il suo problema di salute. Sangiovanni non ha avuto una vita semplice come i suoi compagni.

Anche dietro grandi successi e sorrisi a 32 denti possono nascondere piccoli drammi. Sangiovanni ha quasi toccato la vittoria nel talent di Maria De Filippi grazie alle sue canzoni diventate hit in poco tempo.

Il cantante ha rilasciato un’intervista molto intima al magazine Tv Sorrisi e Canzoni raccontando particolari inediti del suo privato.

LEGGI ANCHE –>

LEGGI ANCHE –>

Sangiovanni, il ricorso  alla psicoterapia e ai medicinali

L’ex allievo di Amici di Maria De Filippi, Sangiovanni oggi è pianamente sereno e felice del suo presente. Il cantante, nella scuola, oltre al successo ha trovato anche l’amore con Giulia Stabile.

Nell’intervista rilasciata al noto magazine l’artista ripercorre le fasi del percorso scolastico e professionale. Purtroppo la sua vita non è stata tutta rosa e fuori, Giovanni racconta del periodo buio vissuto a scuola, maltrattato da professori e compagni di classe.

A salvarlo la musica, quasi per caso: è iniziato tutto circa due anni fa, quando dopo aver passato una serata non proprio idilliaca con una ragazza e avendo un tumulto di pensieri e ansia inventò una conversazione telefonica in cui immaginò di parlare con quella donna, quella della serata andata storta. E’ proprio così che è nata la sua prima canzone, capendo che la musica poteva diventare per lui una valvola di sfogo:

“Avevo grossi problemi di ansia e paranoia. Ho fatto psicoterapia e ho preso pure dei medicinali. Ma solo quando ho cominciato anche a scrivere le cose sono migliorate davvero”.

Il cantante aggiunge:

“Hai presente quei film horror dove c’è un demone interiore che ti imbruttisce? Quando le mie parole finivano sulle note del telefono era come se, per un po’, me ne potessi liberare”.

Il suo malessere nasceva proprio dai giorni passati a scuola dove non si sentiva a suo agio.

Il rapporto controverso con la scuola

Il pupillo di Maria De Filippi ammette che non è stato per niente facile continuare nonostante il bullismo e il menefreghismo dei prof:

“La scuola era diventata un inferno bullizzato dai compagni

I professori piuttosto che sostenerlo gli dicevano:

“Tu non combinerai mai niente nella vita”.

Allora ‘Sangio’ si rifugiava nella sua cameretta, “senza amici, incompreso”.

Anche il rapporto con Giulia l’ha aiutato moltissimo:

“Mi aiuta tantissimo. A volte la guardo e le dico: ‘Ma come fai a vedere il mondo così?‘. Sto imparando, con qualche anno di ritardo, a essere il bambino che non sono mai stato”.

Un passo indietro necessario per andare avanti.