denise pipitone

Si ritorna a parlare del caso di Denise Pipitone, la bimba scomparsa da Mazara Del Vallo il primo settembre 2004. Spuntano a sorpresa due nuovi testimoni che si sono già recati in Procura.

Il caso di Denise Pipitone continua a complicarsi sempre di più. Dopo le ultime esternazioni dell’ex pm Maria Angioni, che ora è indagata per false dichiarazioni, la vicenda si complica ulteriormente. A sorpresa spuntano due nuovi super testimoni che si sono già recati in Procura.

L’annuncio di Milo Infante su Denise Pipitone

Il conduttore di Ore 14, Milo Infante ha annunciato uno speciale sul caso di Denise Pipitone in cui saranno mostrate due nuove super testimonianze davvero inaspettate.

Queste le parole del conduttore:

“un saluto e vi ricordo che andremo in onda con un ultimo speciale su Denise pipitone. avremo testimonianze importanti. in particolare un testimone che ha fatto ascoltare e vedere dei messaggi agli inquirenti. tutti ricevuti negli anni successivi alla scomparsa di denise pipitone. guarda caso questa signora è stata aggredita da tre sconosciuti. ne parleremo meglio con piera maggio, che farà delle confessioni. un momento molto forte e toccante”.

La prima testimonianza

Secondo alcune indiscrezioni riportate dal sito di Davide Maggio, le due super testimonianze hanno lasciato gli inquirenti sconvolti.

A tal proposito anticipa Milo Infante:

“c’è un clamoroso colpo di scena. si tratta di un super testimone che afferma di aver visto il primo settembre 2004 la piccola denise all’hotel ruggero ii. questa persona è stata già convocata in procura a marsala. un nuovo testimone che a distanza di 17 anni racconta la sua verità. il racconto del testimone è abbastanza particolareggiato”.

La prima testimonianza, dunque, è quella di una donna romana che il primo settembre 2004 si trovava all’hotel Ruggero II, lo stesso in cui lavorava al tempo Anna Corona, mamma di Jessica Pulizzi.

La testimone dice di essersi recata alla reception per chiedere degli asciugamani puliti. La donna dietro al bancone, identificata poi in Anna Corona, era al telefono e gridava ad alta voce. Secondo la donna, la Corona avrebbe detto:

“proprio qui dovevi portarla?”.

Ma le novità sconcertanti non sono finite qui. La testimone dice poi di aver visto alle spalle di Anna Corona, una porta che si apriva e dietro la quale era nascosta una bambina.

La seconda testimonianza

La seconda testimonianza è ancora più scioccante della prima. Sempre secondo le anticipazioni di Davide Maggio, questo super testimone assicura di aver parlato con una persona nota alle forze dell’ordine che le avrebbe detto di aver ucciso Denise Pipitone:

“la testimonianza shock raccolta in procura di cui parlerà milo infante, appartiene a una donna di mazara del vallo alla quale una figura nota alle indagini avrebbe rivelato in una chat di aver fatto fuori la bambina…”

Ancora, dice Davide Maggio:

“una testimoninza tanto forte quanto delicata sulla quale ovviamente la procura sta effettuando verifiche. peraltro, la medesima testimone ha raccontato di essere stata picchiata da tre sconosciuti dopo essersi recata in procura”.

L’intervento di Piera Maggio

Nel frattempo, a Ore 14, è stata mandata in onda un’intervista di Piera Maggio nella quale la donna attacca apertamente l’ex marito Tony Pipitone, accusato di aver fatto delle esternazioni pubbliche poco carine su Piera Maggio.

Le sue parole:

Il mio unico obiettivo è la ricerca di Denise, non voglio che si parli più della mia vita privata. Forse dimentica che non ha mai contribuito con un euro alla ricerca di Denise, forse dimentica che non è mai stato presente personalmente in nessuna udienza di primo, secondo e terzo grado, forse dimentica di non aver avuto un rapporto affettivo con suo figlio. Ha dimenticato forse che dopo due anni è scomparso completamente dalla vita di Kevin”.

LEGGI ANCHE —>Denise Pipitone oggi: Nessuna memoria dopo 17 anni terribili, conseguenze dopo la scomparsa

LEGGI ANCHE —>Denise Pipitone, l’intercettazione da brividi di Jessica: parlava con la sorellina