Chiara le chat dell'assassino

Un omicidio che fa rabbrividire quello di Chiara Gualzetti. Il suo assassino l’ha uccisa per motivazioni raggelanti. Ecco cosa sta emergendo.

Una ragazza uccisa a soli 16 anni. La povera Chiara Gualzetti non aveva fatto nulla di male, semplicemente stava vivendo i suoi anni e, quella che almeno credeva fossero, le sue amicizie.

Purtroppo non ha capito in tempo che quello che si trovava di fronte era il suo assassino. Il sedicenne reo confesso aveva scritto ad un’amica raccontandole il terribile omicidio. L’amica, un po’ confusa dal suo racconto, non capiva di cosa stesse parlando.

LEGGI ANCHE –> Chiara Gualzetti, l’assassino svela il macabro omicidio: ‘Io la colpivo ma lei non moriva’

LEGGI ANCHE –> Chiara uccisa a 16 anni, il padre sbotta: ‘I demoni? Solo alibi, voglio giustizia’

Omicidio Chiara Gualzetti, emergono le chat dell’assassino con un’amica

Non ha agito di impulso l’omicida di Chiara Gualzetti. Il coetaneo della 16enne barbaramente uccisa ha scritto ad un’amica poco dopo l’aggressione omicida. Quest’ultima solo dopo aver appreso della morte di Chiara ha collegato il racconto confuso del ragazzo a quanto era successo.

E così che ha poi deciso di denunciare, col supporto dei genitori, quanto sapeva ai carabinieri. Queste le parole del giovane assassino:

«Questa è depressa. L’ho fatto, me l’ha detto lui. Lei mi urtava i nervi».

Il “lui” a cui fa riferimento dovrebbe essere il demone che il giovane sostiene di sentire nella sua testa.

I vocali mandati all’amica

In alcuni messaggi vocali mandati alla stessa ragazza, il 16enne rivela:

«L’ho presa a calci in testa, mi sa che mi sono rotto un piede. Ho fatto delle foto».

I messaggi sono stati inviati domenica mattina dopo le 10, poche ore dopo l’omicidio. Già qualche giorno prima aveva però rivelato alla stessa amica le sue cattive intenzioni:

«Domenica farò fuori una ragazza, già stavo per perdere il controllo, allora ho dovuto fare un patto con lui e almeno ho un po’ colmato la sua sete».

Sarà sicuramente la perizia a far chiarezza su queste dichiarazioni.