dolci
La confezione del farmaco richiama esattamente quella delle caramelle

La polizia, dopo aver scoperto il sacchetto con i dolci contaminati, avrebbe esortato i genitori a maggiori controlli.

dolci
La confezione del farmaco richiama esattamente quella delle caramelle

Sono due gli adolescenti ricoverati in ospedale dopo aver mangiato dolci che potrebbero contenere droga al loro interno. L’episodio, nello specifico, è accaduto a Wallasey nel Merseyside con delle caramelle che conterrebbero tracce di cannabis.

I dolci ingeriti dagli adolescenti sarebbero alla cannabis

L’incidente, stando alle diverse segnalazioni ricevute dalla polizia locale, sarebbe avvenuto lo scorso venerdì intorno all’ora di pranzo. Stando a quanto riportato da alcuni testimoni, inoltre, altri due ragazzi avrebbero assaggiato i dolci ma senza ingoiarli.

Ad essere finiti nell’occhio del ciclone, dunque, sono state due tipi di prodotti differenti il “Cannaburst” ed il “Chuckles“. La polizia, inoltre, avrebbe chiesto maggiore attenzione ai genitori che non dovrebbero consentire l’acquisto di certi prodotti a dei minori.

Sull’operazione per rimuovere i predetti prodotti dal mercato si è espresso il sergente investigativo Nick Glascott-Tull, il quale si è detto molto soddisfatto di aver rimosso i farmaci dalla portata della comunità.

I prodotti in realtà si sono rivelati farmaci illegali

Questi prodotti, come spiegato dall’uomo, inoltre, si rivolgono proprio ad un pubblico giovane per questo hanno adottato un design molto simile ad una confezione di caramelle. Non solo la presenza di cannabis però, in questi prodotti potrebbe esserci altre sostanze potenzialmente dannose.

In questi articoli al limite della legalità, infatti, i controlli sono approssimativi e non si è mai abbastanza sicuri di ciò che si sta per ingerire. Gli agenti, dunque, hanno rilasciato le foto dei due prodotti incriminati incitando la popolazione a segnalare la loro presenza in città.

I cittadini di Wallasay, quindi, potranno segnalare su Facebook o Twitter la presenza di questi pericolosissimi farmaci in modo da evitare ulteriori tragedie come quella accaduta ai due 13enni.

Leggi anche —> Demi Lovato: “Dopo l’overdose ho avuto tre ictus e un infarto”, grave danno cerebrale