Una condizione molto rara sta trasformando questa bambina in pietra

Lexi Robins, questo il nome della bambina, è nata con una rara patologia che trasforma i suoi tessuti in ossa.

bambina
Sfortunatamente la malattia è incurabile

Un caso a dir poco straordinario ha colpito una bambina appena nata. Questa condizione genetica, infatti, farà si che i suoi tessuti si tramuteranno man mano in ossa. I medici, infatti, hanno raccomandato alla famiglia di prestare attenzione ad eventuali sintomi.

Ad aver colpito la bambina sarebbe la Fibrodisplasia Ossificante Progressiva

La piccola Lexi Robins è sembrata come tutte le altre bambine prima che gli fosse diagnosticato il curioso caso. Secondo una ricerca svolta da Herts Live, infatti, questa condizione colpisce solamente una persona su due milioni.

Nello specifico ai genitori di Lexi, Alex e Dave è stato detto come la loro bambina sia affetta da una malattia normale chiamata Fop (Fibrodisplasia Ossificante Progressiva). Questa malattia col tempo tenderà a sostituire legamenti e tendini con altre ossa aggiuntive.

Ad insospettire la coppia sono stati gli alluci della piccola

La malattia è spesso paragonata ad una trasformazione in pietra dato che la formazione di ossa andrà a limitare il movimento. I genitori si sono accorti che qualcosa non andava quando hanno notato la strana forma degli alluci e il poco movimento dei pollici della bimba.

Dopo diverse indagini, quindi, i medici hanno accertato di come si trattasse della FOP e ha indirizzato la coppia verso alcuni esperti della malattia. Stando ai primi raggi x fatti, la bambina avrebbe avuto borsiti ai piedi con pollici a doppia articolazione.

Questa speciale condizione, quindi, impedirebbe alla neonata di camminare. Dopo ulteriori analisi, purtroppo la FOP nella piccola è stata confermata. Una situazione non semplice dato che basterebbe una semplice caduta a far peggiorare rapidamente le condizioni. Infine, i genitori sono stati supportati da diversi gruppi di carità e ricerca che si occupano di questa rara e terribile malattia.

Leggi anche —> Denise Pipitone, un investigatore rompe il silenzio: ‘So chi l’ha presa’