Raffaella Carrà, i nipoti rompono il silenzio: l’enorme eredità lasciata

Raffaella Carrà, la regina della televisione italiana si è spenta a 78 anni a causa di un tumore polmonare. Il ricordo dei nipoti commuove il web. Ecco tutti i dettagli.

Matteo e Federica sono i nipoti che Raffaella Carrà ha cresciuto come se fossero i suoi figli. La regina del varietà italiano è morta il 5 luglio 2021 all’età di 78 anni. I nipoti hanno finalmente rotto il silenzio e parlato della adorata zia che li ha cresciuti quando sono rimasti orfani di padre.

Il ricordo dei nipoti

La scomparsa di Raffaella Carrà è stata un duro colpo per tutti. La signora della televisione ha regalato canzoni e programmi unici in tutto il mondo e ha saputo conquistare grandi e piccini di generazioni diverse.

Nessuno è riuscito a pronunciare una parola negativa su di lei. Ogni pensiero che è stato espresso per ricordarla è stato solo ed esclusivamente positivo. Finalmente parlano anche i suoi adorati nipoti, Matteo e Federica Pelloni che hanno commentato il decesso della zia.

Intervistati da Il resto del Carlino, Federica e Matteo, tra le lacrime hanno dichiarato riguardo Raffaella Carrà:

“ha preso il posto di mio padre quando è mancato, ci ha sempre dato il meglio nell’affetto e nell’educazione. per noi è stata una seconda mamma”.

Poche parole ma piene di dolore e di gratitudine. Matteo e Federica sono i figli di Renzo Pelloni, il fratello di Raffaella morto a 56 anni a causa di un cancro al cervello.

Un’enorme eredità quella umana, prima che materiale, quella lasciata ai nipoti.

Dopo la sua scomparsa del padre, i due sono stati cresciuti dalla zia Raffa che li ha trattati come se fossero i suoi pargoli. La Carrà si è sempre occupata di Matteo e Federica, li ha fatti crescere senza mai fargli mancare l’amore.

La regina del varietà italiano ha riversato su di loro tutte le attenzioni che avrebbe riservato a quei figli mai arrivati. Raffaella infatti non ha avuto la fortuna di essere madre ma i suoi nipoti hanno rappresentato per lei la forma più grande di amore e di famiglia.

Gli amori di Raffaella Carrà

Due sono stati gli amori più grandi di Raffaella Carrà: Gianni Boncompagni e Sergio Japino.

L’amore tra Gianni e Raffaella è durato ben 11 anni. Il loro è stato un sodalizio oltre che sentimentale anche professionale. Come la stessa Raffaella ha racconto al Corriere della Sera nel 2012, Boncompagni fu l’amore più grande della sua vita, un amore che la madre della conduttrice però non accettò volentieri perché lui al tempo era già separato con tre bimbe, mentre per la figlia avrebbe preferito un medico o un architetto.

Nel 1980 la storia con Gianni finì e un anno dopo Raffaella conobbe sul set del programma ‘Millemilioni’ Sergio Japino.

Queste le parole del regista:

“facevo con Lei un romantico passo a due per insegnarlo a un altro. accade lì, ci siamo guardati negli occhi ed è scattata la scintilla”

La storia d’amore tra Sergio Japino e Raffaella Carrà fu un vero e proprio colpo di fulmine. La loro relazione durò 15 anni e terminò nel 1997.

I due rimasero comunque in ottimi rapporti e continuarono a vedersi anche dopo la fine della relazione. Purtroppo Raffaella non è riuscita a diventare madre.

I figli adorati non sono arrivati, motivo per cui ha concentrato le sue attenzioni completamente sul lavoro. Quello della mancata maternità è stato il suo più grande cruccio.

Per questo la Carrà ha riversato tutto l’amore sui nipoti Federica e Matteo e sulle adozioni a distanza. Raffaella ha fatto tanta beneficenza e adottato tantissimi bambini a distanza che necessitavano di aiuto.

LEGGI ANCHE —> Raffaella Carrà dove viveva? Una casa da sogno a Roma e una villa al mare stupenda

LEGGI ANCHE —> Raffaella Carrà irriconoscibile nelle ultime apparizioni in pubblico – FOTO