Raffaella Carrà, il dettaglio CLAMOROSO sulla bara: l’oggetto messo da una Vip fa il giro del web

Il 5 luglio 2021 a 78 anni si spegne Raffaella Carrà. La regina della televisione italiana muore a causa di un tumore polmonare. Nel giorno dell’ apertura della camera ardente, una vip fa un gesto in aspettato. Ecco tutti i dettagli.

Nelle scorse ore è stata organizzata la camera ardente per Raffaella Carrà, la regina del varietà italiano che si è spenta a 78 anni a causa di un tumore polmonare. Un noto personaggio televisivo fa un gesto inaspettato e lascia qualcosa sulla sua bara. Vediamo di che cosa si tratta e chi è il vip in questione.

Il gesto inaspettato per Raffaella Carrà

Mercoledì a Roma si è aperta la camera ardente di Raffaella Carrà. Migliaia di persone sono arrivate per renderle omaggio, con la bara circondata da fiori colorati, alcune foto, e in sottofondo nella sala della Protomoteca in Campidoglio alcune delle sue canzoni più celebri.

Alla camera ardente tantissimi personaggi del mondo dello spettacolo. Tra questi, uno compie un gesto particolare che ha suscitato anche una clamorosa polemica social.

Il regalo di un personaggio famoso che scatena la polemica

Tra le tante persone che si sono recate per dare l’ultimo saluto a Raffaella Carrà c’è anche Vladimir Luxuria. L’attivista a nome di tutta la comunità lgbt ha appoggiato sulla bara della conduttrice una bandiera arcobaleno.

Un gesto simbolico che sicuramente sarebbe stato molto apprezzato dalla Carrà che da sempre è un’ icona simbolo per la comunità lgbt.

Allo stesso tempo però il suo gesto ha scatenato una vera e propria polemica social: Luxuria è infatti accusata di strumentalizzazione.

Questi alcuni dei commenti:

“fuori luogo. Davvero squallido”

O ancora:

“c’è sempre qualcuno che deve approfittare per farsi notare anche in queste circostanze. Non ho parole! Raffaella non si è mai schierata in nessun campo amava la vita e ha sempre rispettato tutti”.

Accuse di strumentalizzazione arrivano anche dalla conduttrice Rai Sabrina Gandolfi che sotto un posto di Luca Tommasini commenta che cavalcare l’onda di un lutto come ha fatto Vladimir Luxuria è stato un gesto orribile.

Il commento di Vladimir Luxuria

Dopo lo scandalo social che si è diffuso a seguito del suo gesto, Vladimir Luxuria decide di rompere il silenzio e parlare. Queste le sue parole:

“spesso lei con le parole si è detta vicino a noi, spesso è stata vicino a noi, vicino alle famiglie arcobaleno. Ha sempre lottato contro le discriminazioni avendo avuto tanti amici gay quando era giovane”.

Continua ancora Vladimir Luxuria, indispettita e delusa dalla polemica sorta per il suo gesto:

“lei è stata la colonna sonora di tutti i nostri Pride, ha sempre detto di essere cresciuta con due donne, la mamma e la nonna. Non capisco perché una persona non possa essere cresciuta da persone dello stesso sesso. Sento di dire che Raffaella è sempre stata contro le discriminazioni, contro la violenza e sempre a favore del rispetto”.

L’ultimo saluto a Raffaella Carrà

Dopo il lungo corteo funebre che ha accompagnato la bara, Raffaella Carrà è stata portata alla camera ardente che sarà aperta ancora oggi 8 luglio dalle 8 fino alle 12 e poi dalle 18 fino a mezzanotte.

Tanti sono i VIP che hanno accompagnato il feretro, come Milly Carlucci, Bruno Vespa, Giancarlo Magalli e Flavio Insinna. Tra di loro anche Vladimir Luxuria che ha voluto lasciare un ultimo personalissimo regalo a Raffaella, icona e simbolo della comunità lgbt.

 L’ attivista ha voluto mostrare anche una foto della camera ardente pubblicando sul suo profilo Instagram un’immagine molto forte e scrivendo:

“ho messo una bandiera rainbow sulla bara di Raffaella Carrà”.

il suo gesto però non è stato apprezzato ed è scoppiata una vera e propria polemica social.

LEGGI ANCHE —>Raffaella Carrà, i nipoti rompono il silenzio: l’enorme eredità lasciata

LEGGI ANCHE —> Raffaella Carrà dove viveva? Una casa da sogno a Roma e una villa al mare stupenda