Gino Paoli, gravi problemi di salute: costretto ad annullare i concerti

Gino Paoli non sta bene: il cantante rimanda i suoi concerti per un grave problema di salute. Ecco come sta l’artista ora e che cosa gli è stato diagnosticato. Tutti i dettagli.

Malore per il cantante Gino Paoli! L’artista è stato costretto a rimandare i suoi concerti per un grave problema di salute. Arriva la diagnosi che nessuno si aspettava. Ecco che cosa hanno detto i medici.

Una carriera in continua ascesa

Gino Paoli è sicuramente uno dei cantanti più amati di sempre nonché un bravissimo cantautore. Ha scritto alcuni dei pezzi più belli della musica italiana diventando uno degli artisti di punta dell’indimenticabile scuola genovese.

Gino Paoli nasce a Monfalcone il 23 settembre 1934 sotto il segno della Bilancia. Il padre è un ingegnere navale Toscano e la madre invece è di origine giuliana. Paoli cresce a Genova nel quartiere Pegli.

La passione della musica è eredità di famiglia. È proprio la mamma a trasmettergliela dato che è una pianista amatoriale. Non era molto interessato alla scuola, infatti fin da bambino l’unica materia che studiava con passione era appunto l’arte musicale.

Durante l’adolescenza conosce una serie di giovani artisti Genovesi tra cui Fabrizio De Andrè e Luigi Tenco che con lui fonderanno la scuola genovese.

Sotto la direzione di Nanni Ricordi vince i sui primi 45 giri nel 1959. Grandissimo successo ebbe la sua canzone ‘La gatta’ del 1960.

Negli anni sessanta l’ artista scrive anche un altro brano che diventerà poi un cult ‘Il cielo in una stanza’. Paolo lo propone inizialmente a Mina che era già piuttosto famosa ed è proprio con questa canzone che la carriera di Gino Paoli prenderà il volo.

Arriva poi ‘Senza fine’ nel 1961 al festival di Sanremo e poi ‘Un uomo vivo’. Passa quindi alla RCA italiana a seguito del suo mentore Nanni Ricordi e nel 1963 incide il suo singolo di maggior successo ‘Sapore di sale’ il cui arrangiamento è stato firmato da Ennio Morricone.

Arriva poi un’altra Hit ‘Che cosa’. Nel 1963, 11 luglio, un momento di sconforto per tutti. L’ artista tenta il suicidio sparandosi con una pistola al cuore a causa dei problemi sentimentali.

Ma la morte non lo vuole e il proiettile manca il cuore conficcandosi però nelle sue vicinanze. Il cantautore sopravvive e nel 1964 si ripresenta a Sanremo con ‘Ieri ho incontrato mia madre’.

Nel 1966 calca di nuovo il palcoscenico dell’Ariston con ‘La carta vincente’ senza avere grande successo. Ricomincia per lui un periodo buio con la fama che scema rapidamente. Il cantautore è costretto a cantare nelle balere e locali notturni della Liguria.

Torna a sorpresa in auge negli anni 80 con un pezzo destinato a diventare la colonna sonora di ‘Una donna allo specchio’: Una lunga storia d’amore.

Di nuovo sull’onda del successo partecipa nel 1989 nuovamente al festival di Sanremo con la canzone ‘Questa volta no’. Nei primi anni 90 vince il Festivalbar con ‘Quattro amici’ e pubblica ‘La bella e la bestia’ per il capolavoro Disney insieme ad Amanda Sandrelli.

Vita privata

La prima moglie di Gino Paoli è Anna Fabbri. Da loro amore nasce il figlio Giovanni nel 1964. In quegli stessi anni l’artista si innamorò di Stefania Sandrelli con cui ebbe una relazione quando quest’ultima non aveva ancora compiuto 18 anni.

Stefania rimase incinta e nel 1964 nasce la seconda figlia di Gino, Amanda. Uno dei grandi amori della sua vita è stata però Ornella Vanoni.

I due si sono conosciuti nel 1961 e hanno intrattenuto una relazione saltuaria per tutti gli anni 70 prima di separarsi rimanendo però in buoni rapporti.

La sua ultima moglie è Paola Penso che tra l’altro scrive alcuni dei suoi pezzi. Dalla loro unione sono nati gli ultimi due figli, Niccolò e Tommaso.

La malattia di Gino Paoli

Gino Paoli non si è sentito bene e a causa di un malore il suo concerto è saltato. Il cantautore è stato accompagnato in Pronto soccorso ed è stato dimesso da poche ore a termine di alcuni controlli.

Dopo quello di Aosta salta dunque anche il concerto in Umbria dove doveva partecipare all’ Umbria jazz 21, domenica 18 luglio.

Secondo quanto riportato dai medici attraverso una nota ufficiale, il cantautore soffre di una labirintite acuta ed è dunque costretto ad annullare i suoi concerti per curarsi.

Anche il concerto previsto a Roma all’Auditorium parco della musica è stato rinviato a causa del malore del cantante. L’artista ha fatto sapere di essere impossibilitato a esibirsi a causa di una labirintite acuta. Il cantante doveva salire sul palco insieme ad alcuni musicisti speciali oltre alle orchestra da camera di Perugia Diretta dal maestro Marcello Sirignano.

La labirintite purtroppo è un’infiammazione dell’orecchio causato probabilmente da un’ infezione di origine virale o batterica. Purtroppo la sintomatologia è piuttosto grave e provoca infatti vertigini, nausea, vomito, acufeni e sensazioni di ansia.

Per tali ragioni, il cantante ha deciso di prendersi una pausa, almeno per il momento, dalla musica.

LEGGI ANCHE —> Emma Marrone, la diagnosi di tumore e la telefonata del medico che le ha cambiato la vita

LEGGI ANCHE —> Cristiano Malgioglio è papà di 3 figli: la famiglia segreta del cantante

Previous articleLoretta Goggi sulla sedia a rotelle “Crollo verticale”: il retroscena sul set
Next articleAmici, il vincitore Dennis Fantina oggi irriconoscibile torna in TV a Tale Quale Show | FOTO