Raffaella Carrà, le inquietanti parole del medico: “Troppo tardi” | Il retroscena da brividi

Raffaella Carrà è morta il 5 luglio 2021 a 78 anni a causa di un tumore polmonare. Anche se la vita professionale di Raffaella Carrà è stata ricca di successi, quella privata è stata invece piuttosto tormentata. A poche settimane dalla sua morte, viene fuori un retroscena inedito che coinvolge la Carrà e di cui nessuno sapeva nulla. Ecco che cosa è accaduto.

A poche settimane dalla morte di Raffaella Carrà, spunta retroscena inedito. La vita di Raffaella, da giovanissima è stata segnata da un evento che ha ha cambiato per sempre la sua esistenza. Vediamo di che cosa si tratta.

La morte di Raffaella Carrà

Raffaella Carrà, la regina del varietà italiano, è morta il 5 luglio 2021 a 78 anni a causa di un tumore polmonare. La Carrà aveva già da tempo saputo di essere malata ma non aveva voluto condividere il suo dolore con nessuno se non con gli amici più stretti e i parenti.

Ad aggravare la sua malattia, il fumo. Il medico che l’ha tenuta in cura ha infatti affermato che Raffaella è stata strappata alla vita con 10 – 12 anni di anticipo.

Fumatrice accanita fin da giovanissima, il vizio del tabacco ha peggiorato una patologia di matrice sicuramente genetica. Anche la madre Iris Dell’Utri, è morta a 63 anni, quindi giovanissima a causa di un tumore polmonare. Il fratello Renzo, invece si è spento a 56 anni a causa di un tumore al cervello.

Insomma, se la vita professionale per Raffaella è stata ricca di successi, quella privata è stata tormenta da diverse tragedie. Il mondo è rimasto traumatizzato dalla morte di Raffaella Carrà che è avvenuta come un fulmine a ciel sereno.

Nessuno si aspettava che la signora della televisione italiana morisse così prematuramente. Eppure, con il senno di poi, se  rivediamo alcune immagini e alcuni filmati delle ultime apparizioni pubbliche di Raffaella Carrà, è evidente che il suo corpo già parlasse per lei.

I funerali

Dopo due giorni di camera ardente, il 9 luglio 2021 si sono tenuti i funerali di Raffaella Carrà, la regina della televisione italiana. La cerimonia funebre è stata trasmessa in diretta televisiva dal Tg1 e seguita da milioni di telespettatori.

Si è registrata la presenza in camera ardente sia di tantissimi colleghi e vip sia di amici e chiaramente parenti. Al funerale hanno il feretro fino alla sepoltura colleghi come Maria De Filippi, Renzo Arbore, Loretta Goggi e Pupo che si sono mostrati particolarmente emozionati.

Alla camera ardente, invece Vladimir Luxuria ha voluto lasciare un suo personale ricordo sul feretro, una bandierina rainbow che ha suscitato però molto scalpore.

In tanti hanno infatti accusato l’attivista ed ex parlamentare di aver approfittato di un momento così delicato come un lutto che ha sconvolto l’intera nazione, solo per attirare l’attenzione su di sé.

Vladimir ha voluto però rispondere a queste accuse affermando che Raffaella Carrà era grande sostenitrice del mondo lgbt e omosessuale e che le avrebbe fatto sicuramente piacere ricevere questo dono.

Le ultime apparizioni pubbliche di Raffaella Carrà

L’ultimo programma televisivo di di Raffaella Carrà porta il titolo di ‘A raccontare comincia tu’, un format che prevede di realizzare una serie di interviste a personaggi dello spettacolo come Fiorello, Maria De Filippi, Loretta Goggi.

La sua ultima apparizione in un programma televisivo risale al 2019, quando la Carrà è ospite di Fabio Fazio a Che tempo che fa.

Durante l’intervista, la regina del varietà italiano ripercorre a ritroso la sua vita parlando non solo dei suoi successi professionali ma anche dei suoi drammi personali.

Non tutti sanno infatti che Raffaella Carrà ha vissuto un momento molto drammatico della sua vita che ha condizionato anche le sue relazioni amorose.

I suoi grandi amori

Raffaella Carrà ha avuto due grandi amori nella sua vita: Gianni Boncompagni e Sergio Japino. Entrambi gli uomini hanno rappresentato per lei non soltanto dei compagni di vita ma anche di lavoro:  con loro, infatti la Carrà aveva un legame non solo sentimentale ma anche un sodalizio professionale.

Entrambi gli uomini, poi, erano già stati mariti e padri di famiglia. Uno dei dolori più grandi per Raffaella Carrà è stato sicuramente quello di non essere potuta diventare madre.

Nonostante la vita abbia deciso di ‘pulirla’ in questo senso, la Carrà ha riversato tutto il suo amore materno sui nipoti Federica e Matteo, figli di Renzo, il fratello morto prematuramente a 56 anni a causa di un tumore al cervello.

Non solo, Raffaella grazie anche a diverse trasmissioni di beneficenza da lei stessa condotte, come per esempio Amore, ha adottato tantissimi bambini a distanza.

Il retroscena da brividi

La Carrà è cresciuta senza un padre, soltanto con le donne della sua vita e cioè la mamma e la nonna. Maria Volpe, giornalista de il Corriere della Sera e amica di Raffaella Carrà, ha fatto una dichiarazione che ha lasciato tutti senza parole.

La giornalista ha raccontato di un episodio particolare vissuto da Raffaella Carrà che ha cambiato per sempre la sua vita:

 “un medico a 40 anni le disse che non aveva speranze. Raffaella non poteva purtroppo avere  figli. Si infrange così per lei uno dei sogni più belli e più grandi della sua vita, uno di quei sogni a cui teneva particolarmente”.

Per questa ragione, la grande Raffa decise di adottare a distanza tanti bambini e di dedicarsi completamente ai suoi due nipoti a cui fece da padre, oltre che alle tre figlie di Boncompagni che la consideravano una sorta di madre adottiva.

Ma anche con la figlia di Sergio Japino, Jessica, la Carrà ha sempre avuto un buon rapporto. Tutti i figli dei suoi compagni hanno rappresentato i cosiddetti ‘figli di cuore’, come lei più volte ha ribadito in diverse interviste.

LEGGI ANCHE —> Raffaella Carrà, il messaggio da brividi a Mancini: prima della Finale, l’incredibile profezia

LEGGI ANCHE —> Raffaella Carrà, spuntano le Foto che non voleva pubblicare: ecco cosa nascondeva