Bonus affitti 2021: chi può richiederlo e come fare domanda

La domanda per accedere al Bonus affitti è prevista dal 6 luglio al 6 settembre. Queste le date in cui chi ne ha diritto può è presentare la domanda per ottenere agevolazioni fiscali per chi ha case in affitto.

Si tratta del contributo a fondo perduto, un provvedimento sul “bonus affitti” vediamo come funziona e a cosa dobbiamo attenerci per fare domanda.

Bonus affitti 2021

Il bonus affitto 2021 è una misura di sostegno introdotta a dicembre del 2020 nella legge di bilancio: al comma 381 dell’articolo 1. Il Bonus Affitto 2021.

Grazie a questa nuova misura il Governo ha tentato di dare sostegno sia ai cittadini in affitto, che ai locatari delle abitazioni.

Bonus affitti è destinato ai tutti quei proprietari di casa che riducono il canone di locazione all’inquilino che la detiene come abitazione principale. Si tratta di un rimborso pari al 50% dello “sconto”, fino ad un importo massimo di 1.200 euro.

Di fatto nell’anno passato e per parte del 2021 sono stati contrassegnati dalle chiusure derivate dalla pandemia di coronavirus. Basti pensare a tutti gli studenti fuori sede che hanno dovuto lasciare gli appartamenti presi in affitto nelle città universitarie per tornare a casa.

La non ancora conclusa emergenza epidemiologica, ha aggravato la crisi economica già in atto nel nostro paese. L’emergenza ha messo in ginocchio buona parte della popolazione.

Leggi anche -> Italia-Inghilterra “Indagini in corso, fatti molto gravi”: la decisione della Uefa

Leggi anche -> Veronica Ciardi sputtanata da Sarah Nile: le CHAT prima delle nozze con Bernardeschi rivelano tutto

Quali i requisiti necessari

Occorre specificare che questo bonus può essere erogato,  solamente in una determinata condizione: quando il proprietario dell’immobile in questione esegue una effettiva diminuzione del canone di locazione, che in principio era stato prestabilito, ai suoi affittuari.

Quindi ne può beneficiare quel numero di locatori che dal 25 dicembre dello scorso anno al prossimo 31 dicembre hanno abbassato, o hanno intenzione di farlo, i canoni del contratto di affitto per tutto o parte dell’anno 2021.

I benefici vanno per i contratti in essere alla data del 29 ottobre 2020, e non esistono limitazioni per il regime fiscale di tassazione: il bonus affitto 2021 vale per contratti in regime ordinario o a cedolare secca.

Tuttavia il contributo che non è valido per tutto il territorio. Infatti ne possono usufruire gli affittuari la cui abitazione è situata nei Comuni definiti ad alta tensione abitativa ovvero Bari, Catania, Firenze, Napoli, Palermo, Roma, Bologna, Genova, Milano, Venezia e Torino.

Oltre che Comuni confinanti con gli stessi e gli altri Comuni capoluogo di provincia.

Vale la pena ricordare che questo bonus, è stato ideato soprattutto per quelle famiglie che, a causa della crisi pandemica del coronavirus, non sono più riuscite a pagare con scadenze regolari i canoni di affitto. Un danno ch è andato anche a carico del locatore stesso.

La domanda presentata dai locatori che possono richiedere il contributo, devono farlo tramite una specifica istanza, che va inoltrata all’Agenzia delle Entrate esclusivamente in modalità telematica nel periodo tra il 6 luglio 2021 e il 6 settembre 2021