Capri, morto Emanuele: l’autista dell’autobus lascia la moglie incinta, emerge la causa dell’incidente

Drammatico incidente a Capri: muore l’autista Emanuele Melillo. Ecco che cosa è accaduto. Tutti i dettagli sul tragico evento.

Emanuele Melillo era il giovane conducente dell’ ATC morto questa mattina a Capri a causa di un incidente avvenuto nella zona di Marina Grande. Ecco che cosa è accaduto.

Leggi l’approfondimento: Chi era Emanuele Melillo

La tragedia

Emanuele Melillo è il giovane autista deceduto nel terribile incidente che si è verificato questa mattina a Capri dove un minibus è precipitato nella zona di Marina Grande per diversi metri dopo aver sorpassato una ringhiera.

Sono ancora in fase di accertamento le ragioni che hanno portato l’autista a perdere il controllo del mezzo. Si crede però che il giovane Emanuele sia stato colpito da un infarto mentre era alla guida. Lascia la moglie incinta. Per il momento si contano 28 feriti.

Emanuele Melillo era originario di Napoli ed era l’autista del minibus dell’ ATC nella zona di Marina Grande. Questa mattina il mezzo pubblico era più affollato del solito a causa della chiusura della funicolare.

Per il momento si contano 28 feriti in totale, di cui 4 gravi e due di questi trasportati a Napoli. Tra i superstiti anche un bambino ricoverato al Santobono per diverse fratture. Sembra che, almeno per il momento, il piccolo non sia in pericolo di vita.

La dinamica dell’incidente

Da accertare ancora la dinamica dell’incidente che ha tolto la vita al giovane Emanuele Melillo. Le indagini sono affidate adesso alla Polizia di stato.

Secondo una prima ricostruzione, intorno alle 11:30 di questa mattina, giovedì 22 luglio, il ragazzo stava guidando su un tratto in salita quando perde il controllo del mezzo colpendo una ringhiera.

La struttura cede e il piccolo pullman precipita finendo tra un muro di contenimento e gli edifici di un lido.  28 feriti e anche alcune persone che si trovavano sulla spiaggia.

Si crede che la causa dell’incidente sia da addebitare ad un malore che ha colpito il conducente. Emanuele avrebbe infatti avuto un infarto mentre era alla guida. Il giovane avrebbe perso i sensi e quindi il controllo dell’autobus.

Come stanno i feriti

Nell’incidente sono rimaste ferite 28 persone, di queste, quattro si trovano in gravi condizioni. Anche un bimbo è rimasto ferito ed è stato trasportato al Santobono di Napoli per essere sottoposto ad ulteriori accertamenti.

Sembra, almeno dall’ultimo bollettino medico, che il bimbo sia stato colpito da diverse fratture in tutto il corpo ma le sue condizioni non sarebbero drammatiche. Il bimbo per fortuna non è in pericolo di vita.

Dopo l’incidente che ha coinvolto il minibus caprese, l’ASL Napoli 1 ha immediatamente provveduto a fare arrivare personale sanitario sull’isola mettendo a disposizione anche due elicotteri da parte della Polizia di stato e della Guardia di finanza.

Arrivato anche l’elicottero del servizio regionale di emergenza 118 che ha portato i pazienti in diversi ospedali. Quelli più urgenti sono stati trasportati al Capilupi in codice giallo e rosso.

La maggior parte di loro presentano politraumi con diverse fratture, lesioni vascolari a livello del torace e dell’addome, contusioni multiple e ferite ed escoriazioni multiple.

Di queste 28 persone, due sono ferite più gravemente e sono state trasportate all’Ospedale del mare di Napoli. Altre due sono invece state trasportate in sala operatoria in attesa del trasferimento in un ospedale sulla terraferma.

Delle persone coinvolte, fa sapere l’ASL Napoli 1, quattro sono di nazionalità francese e libanese in vacanza a Capri da una settimana. I pazienti che dovranno essere trasferiti all’Ospedale del mare saranno trasportati con due elicotteri messi a disposizione dalla regione.

Chi era Emanuele Melillo

Emanuele Melillo, originario di Napoli è il giovane deceduto questa mattina nel terribile incidente avvenuto a Capri. Emanuele era l’autista di un minibus che trasporta turisti in giro per l’Isola.

Sposato e con la moglie incinta, non vedeva l’ora di diventare padre. Secondo una prima ricostruzione dei fatti sembra che un infarto abbia colpito il giovane Emanuele facendogli perdere il controllo del minibus che è precipitato ferendo poi 28 persone.

Il ragazzo era stimato e amato da tutti. La sua bacheca Facebook è stata invasa da messaggi di cordoglio. Solo poche settimane fa, la moglie aveva comunicato sempre tramite i social la notizia più bella per la coppia, l’arrivo tra qualche mese del loro tanto desiderato pargoletto.

La comunità caprese ma anche quella napoletana è sconvolta. Emanuele era un giovane lavoratore amato da tutti e sarà ricordato sicuramente per il suo meraviglioso sorriso.

Chi lo ha conosciuto, ha infatti espresso rammarico e dispiacere per questo giovane uomo pronto a diventare padre che lavorava sempre col sorriso stampato sul viso.

LEGGI ANCHE —> Centocelle, muore a 34 anni in un incidente: lascia una moglie e tre figli

LEGGI ANCHE —> Brescia, terribile incidente sulla A21: il bilancio è di un morto e tre feriti