Capri, bus precipitato: spunta il VIDEO agghiacciante dell’incidente

Emanuele Melillo, 33 anni sarebbe diventato padre tra qualche mese. Il giovane è stato stroncato molto probabilmente da un infarto mentre era alla guida di un minibus dell’ATC che guidava a Capri. Le immagini del registrate dalla videocamera di sicurezza posta sulla strada lasciano davvero senza parole. Si tratta di un’immane tragedia.

Le immagini del minibus che precipita per 5-6 metri su uno stabilimento balneare ha scioccato davvero tutti. Muore Emanuele Melillo, 33 anni che sarebbe diventato tra qualche mese papà. Le immagini registrate dalle videocamere di sorveglianza poste su fronte strada sono un colpo al cuore. Vediamo tutti i dettagli.

La tragedia

Nelle scorse ore a Capri si è verificato un tragico incidente. Un minibus della compagnia ATC precipita in una scarpata a Marina Grande. Morto l’autista, Emanuele Melillo, 33 anni che tra qualche mese sarebbe diventato papà.

I feriti sono invece 28 di cui 4 gravi. Un bimbo è stato trasportato in elisoccorso all’Ospedale del mare di Napoli. Il minibus che Emanuele guidava aveva a bordo 25 persone. Nell’incidente sono rimaste ferite 23 persone più alcuni bagnanti, mentre il conducente del mezzo ha perso la vita.

Il pulmino dell’azienda ATC si occupava del servizio di trasporto pubblico sull’isola. Si crede che molto probabilmente il giovane Emanuele sia stato colpito da un arresto cardiaco e abbia perciò perso e di conseguenza il controllo del minibus che precipita per 5-6 metri su un corridoio di passaggio di uno stabilimento balneare sfondando anche il tetto e la parete della costruzione che si trova a pochi passi dal mare.

Due feriti sono gravi e due sono gravissimi. Le quattro persone in condizioni la più preoccupanti sono state trasportate a Napoli con l’elicottero di primo soccorso.

Tra i feriti anche un bimbo che ha riportato fratture multiple ed è stato trasportato in elicottero all’Ospedale del mare di Napoli. Sembra, fortunatamente, che il piccolo non sia in pericolo di vita.

Chi era l’autista Emanuele Melillo

Giovedì 22 luglio Capri era davvero caotica, il traffico era insopportabile, la stagione turistica è cominciata già da un po’ di tempo ma un problema tecnico ha reso ieri tutto più complicato.

Nella scorse ore, infatti, la funicolare che sale da Marina Grande è rotta. Emanuele Melillo quindi ieri portava a bordo più passeggeri di quelli che generalmente l’autobus poteva contenere.

Purtroppo è accaduta una terribile tragedia. La dinamica dell’incidente è ancora in fase di accertamento: si crede ad ogni modo, secondo una prima ricostruzione, che il bus stava risalendo la strada che porta a Marina Grande quando in una curva il conducente ha perso il controllo del mezzo sfondando il marciapiede e precipitando sul lido sottostante.

Si pensa che il giovane Emanuele Melillo, l’autista sia morto a causa di un arresto cardiaco. Emanuele Melillo aveva 33 anni e tra qualche mese sarebbe diventato papà. Chi lo conosce, chi ha avuto la fortuna di incontrarlo almeno una volta nella sua vita, ricorda il suo bellissimo sorriso e come ogni giorno teneva compagnia ai passeggeri capresi e ai tanti turisti che in qualsiasi stagione dell’anno si apprestavano a visitare la meravigliosa isola Campana.

Per il giovane Melillo non c’è stato nulla da fare. I sanitari hanno constatato il decesso sul posto. Emanuele era benvoluto e stimato da tutti, un grande professionista e un compagno premuroso. Solo qualche settimana fa, la moglie che ora è nella disperazione più totale, aveva annunciato tramite il suo profilo Facebook, la lieta notizia: tra qualche mese sarebbero diventati i genitori.

Le immagini scioccanti

Una telecamera di sorveglianza posta a fronte strada ha ripreso il l’incidente e le immagini che si ricavano sono davvero molto forti e drammatiche.

Nel video che circola sui social network, si vedono le barriere metalliche rotte a bordo strada e il minibus con le ruote all’aria a pochi metri da uno stabilimento balneare. Purtroppo l’autista è morto mentre ci sono altri 28 feriti di cui quattro in gravi condizioni.

Il minibus ha subito un volo di circa 10 metri precipitando nei pressi del lido Le ondine situato a Marina Grande. L’incidente dovrebbe essersi verificato intorno alle 11:30 della mattina di giovedì 22 luglio, questo quantomeno è l’orario che si ricava dalle telecamere di videosorveglianza che sono ora nelle mani degli inquirenti.

Secondo quanto riferisce il sindaco di Capri, Marino Lembo, le quattro persone in più gravi condizioni sono state già trasferite a Napoli mentre gli altri feriti sono ricoverati all’ospedale Capilupi di Capri in condizioni non particolarmente gravi.

Le immagini dell’incidente lasciano senza parole: si vede il minibus incastrato tra la scogliera e una struttura metallica che fa capo a una spiaggia libera nei pressi del porto commerciale non molto lontano dal lido Le ondine.

Le immagini hanno cominciato a circolare grazie a un filmato registrato dalle telecamere della caserma della Guardia di finanza che si trova proprio nei pressi dello stabilimento balneare. Il video è fondamentale per le ricostruire la dinamica dell’incidente.

LEGGI ANCHE —> Chi era Emanuele Melillo: l’autista napoletano morto nel bus precipitato a Capri

LEGGI ANCHE —> Capri, morto Emanuele: l’autista dell’autobus lascia la moglie incinta, emerge la causa dell’incidente