Raffaella Carrà, la frase da brividi sulla sua lapide: “Morirò senza sapere perché…”

Dopo la morte di Raffaella Carrà emerge un dettaglio inquietante che lascia tutti senza parole. Qualche tempo prima di morire, l’amata regina della televisione italiana aveva fatto un’ affermazione che oggi ha dell’incredibile. Vediamo di che cosa si tratta. Tutti i dettagli.

In un’intervista, la regina della televisione italiana, Raffaella Carrà fa un’affermazione che oggi, dopo la sua morte, lascia tutti senza parole. Ecco che cosa aveva dichiarato la Carrà in un’occasione speciale.

Raffaella Carrà, un’icona internazionale

Raffaella Carrà si può considerare senza dubbio un’icona internazionale. La bellissima signora del varietà italiano era conosciuta non soltanto nel nostro bel Paese ma anche all’estero, soprattutto in Spagna e in America Latina che erano diventate un po’ la sua seconda casa.

Grazie alla sua professionalità, al suo talento e alla sua grandissima energia, Raffaella Carrà è riuscita a far breccia nel cuore dei telespettatori.

La sua immagine e il suo ricordo rimarranno per sempre indelebili nella mente del suo amato pubblico.

La morte

Il 5 luglio 2021 la regina della televisione italiana, Raffaella Carrà, si spegne a 78 anni a causa di un tumore polmonare. Si mormora che già da tempo la Carrà sapesse della sua malattia ma che non avesse voluto condividere questo dolore enorme con nessuno se non con pochi amici intimi e i suoi familiari più stretti.

Ad annunciare la sua dipartita, Sergio Japino, suo compagno nella vita e nel lavoro. Sergio dice che il non voler far presente il suo dolore al pubblico è stato un altro gesto di estremo amore da parte di Raffaella per i suoi amati telespettatori.

La Carrà voleva infatti che il pubblico la ricordasse eternamente come la donna energica e piena di vita che oltre 40 anni fa è entrata nelle loro case.

Dopo due giorni di camera ardente, il 9 luglio si sono tenuti i funerali. Tantissimi sono stati i colleghi, i VIP ma anche le persone comuni che hanno voluto dare il loro ultimo e personale saluto alla regina della televisione italiana.

Al funerale erano presenti, per esempio, Maria De Filippi, Pupo e Renzo Arbore che oltre ad essere colleghi erano intimi amici della conduttrice eppure, nemmeno loro sapevano nulla circa le sue drammatiche condizioni di salute.

In una recente intervista, anche Enzo Paolo Turchi ha affermato di aver sentito per l’ultima volta Raffaella Carrà due mesi e mezzo prima della sua morte. Neanche a lui la conduttrice aveva detto nulla.

Eppure alcuni segnali che la Carrà non stesse bene erano piuttosto evidenti. Da dopo il lockdown, la regina della televisione italiana aveva deciso di non mostrarsi più in giro.

La sua ultima apparizione pubblica risale al 2019 quando è ospite di Fabio Fazio a Che tempo che fa. In quell’occasione si mostrava già fisicamente debole, con un viso emaciato e gli occhi infossati, segno che la malattia purtroppo stava già prendendo possesso del suo corpo.

L’ultimo gesto di beneficenza

Poco tempo prima di morire, Raffaella Carrà decide di compiere un ultimo importante gesto di beneficenza. La regina del varietà italiano dona la sua palestra di Porto Santo Stefano nei pressi della sua meravigliosa Villa all’Argentario, ad una confraternita, quella della Misericordia, affinché altre persone potessero godere della sua stessa fortuna.

A distanza di qualche settimana dalla sua morte, il governatore della confraternita Roberto Cerulli decide di rendere pubblico questo grande gesto che Raffaella voleva tenere nascosto.

Cerulli ricorda infatti che in quella giornata speciale, la Carrà già fisicamente non stava molto bene. Si presentò con degli occhiali neri e molto grandi che le coprivano completamente il viso ormai molto magro e una mascherina che non faceva percepire nemmeno l’ombra di un sorriso.

La Carrà non volle scattare troppe foto e dopo la cessione della palestra decide di ritirarsi nella sua villa. Cerulli vuole che questo gesto sia oggi reso pubblico per dimostrare a tutti come la Carrà fosse non solo una grande artista ma anche una grande donna.

La confessione che lascia senza parole

La morte di Raffaella Carrà ha colpito indubbiamente tutti. Il giorno del suo funerale si sono presentate tantissime persone non solo comuni ma anche vip e personaggi dello spettacolo.

Due giorni prima, alla camera ardente, un personaggio noto ha voluto fare un gesto particolare per dare il suo ultimo e personale saluto alla Regina della televisione italiana.

L’ attivista lgbt Vladimir Luxuria, ha lasciato sul feretro della Carrà una bandierina rainbow. Luxuria è stata accusata di aver voluto sfruttare un evento così delicato qual è un lutto internazionale, solo per attirare l’attenzione su se stessa.

L’attivista però ha replicato alle accuse che le sono state rivolte affermando che Raffaella Carrà sarebbe stata sicuramente contenta di questo regalo.

Da sempre la mitica Raffa si è schierata a favore delle comunità lgbt, omosessuali e transessuali affinché discriminazioni di sesso e di genere non venissero più commesse.

Raffaella Carrà tra l’altro è stata madrina anche del world Pride 2017. Sicuramente ha rotto gli schemi di una mentalità troppo rigida e troppo sessista schierandosi dalla parte degli omosessuali e dei transessuali:

“non lo so perché, ma i gay mi amano particolarmente. E io l’ho chiesto proprio ad uno di loro, un mio intimo amico, direttore di una rivista spagnola: ‘che cosa ti piace di più della mia persona’? E lui mi ha risposto dicendotutto”.

Conclude poi la Carrà:

“La verità è che morirò senza saperlo. sulla tomba lascerò scritto: ‘perché sono piaciuta tanto ai gay’?”.

LEGGI ANCHE —> Raffaella Carrà, Celentano pubblica un VIDEO devastante: l’ultima volta insieme

LEGGI ANCHE —> Raffaella Carrà, il devastante ricordo di Arbore: le intime confidenze sulla conduttrice