Allerta allergeni, richiamati: Ricciarelli e Catanesi di Specialità Buona Tavola

Sul sito “Salute.gov” è comparso un nuovo richiamo. Questa volta si tratta del ritiro dal commercio lotti dei Ricciarelli e Catanesi di Specialità Buona Tavola a causa di un rischio allergeni.

A finire nel mirino del controllo e ritiro del prodotto sono sati prima i: Catanesi e Ricciarelli Artigianali di Dolciaria Pelacchi e i Mandorlini e Ricciarelli Artigianali di Di Mauro.

Allerta allergeni: richiami prodotti alimentari

Ma non molto tempo dopo ecco che appare sul sito Salute.gov un nuovo richiamo.

Sono stati ritirati dal commercio lotti dei Ricciarelli e Catanesi di Specialità Buona Tavola a causa del rischio allergeni.

La data di pubblicazione dell’allerta riportata sul sito è quella del 14 luglio 2021. Tuttavia come già avvenuto in occasione di un altro richiamo, la data presente sugli avvisi del richiamo relativa agli effettivi controlli è quella del 13 luglio 2021.

Leggi anche -> Villagrazia Carini, incidente mortale: perde la vita un sedicenne

Allerta allergeni i lotti ritirati

Il marchio del prodotto interessato al ritiro è sempre Specialità Buona Tavola.

Ciò nondimeno, sia il nome o ragione sociale dell’OSA a nome del quale il prodotto è venduto, così come  il marchio di identificazione dello stabilimento o del produttore, ma anche il nome del produttore è Dolciaria Pelacchi srls,  la cui  sede dello stabilimento è in via Niccoli 104/H/I a Castelfiorentino.

Di seguito sono indicate le denominazioni di vendita esatta, i numeri di lotto e le date di scadenza dei prodotti coinvolti in questo richiamo:

  • Ricciarelli: numeri di lotto L.090321, L.260521; data di scadenza o termine minimo di conservazione del 9 settembre 2021 e 26 novembre 2021. In confezione da 200 grammi.
  • Catanesi: numero di lotto L.090321, L.260521; data di scadenza o termine minimo di conservazione del 9 settembre 2021 e 26 novembre 2021. In confezione da 200 grammi.

Gli operatori del settore alimentare (OSA) devono informare i propri clienti sulla non conformità riscontrata negli alimenti in commercio e ritirare il prodotto dal mercato.

Nel caso in cui il prodotto sia stato già venduto l’OSA dovrà provvedere al richiamo, informando i consumatori riguardo i prodotti e il rischio.

Nel caso dei prodotti di cui sopra, il motivo del richiamo è il mancato inserimento in etichetta di uno specifico ingrediente: l’albume d’uovo, è l’allergene incriminato.

I consumatori allergici all’uovo sono invitati a non mangiare i numeri di lotto segnalati e vengono invitati a riportarli presso il punto vendita di acquisto.

Leggi anche -> Flavio Insinna, volto sfigurato: costretto a coprirsi col trucco, il retroscena