Royal Family, la Regina infuriata per il libro di Harry: annullato l’invito per il Giubileo?

Voci di palazzo, confermano che con la Royal Family non si corre il rischio di annoiarsi. Infatti sembra che la regina Elisabetta abbia reagito male alla notizia delle memorie che il nipote si accinge a pubblicare nel 2022.

A quanto pare questa notizia sta già avendo un forte impatto a Buckingham Palace. Per la pubblicazione, il principe Harry ha tenuto a precisare che a questo progetto ha dedicato molto tempo, in quanto ci lavora da circa un anno.

Inoltre a quanto si vocifera a ottobre il manoscritto sarà consegnato alla casa editrice Penguin Random House, con un  compenso, che si aggirerebbe sui 20 milioni di dollari.

I contrasti della Royal Family

Quello che è stato definito dai media anglosassoni il “libro del secolo”, arriverà nelle librerie solo il prossimo anno.

Il principe Harry, 36 anni, nella stesura del suo lavoro è stato aiutato da J. R. Moehringer, un ghostwriter americano vincitore di un premio Pulitzer per il suo lavoro giornalistico.

Moehringer, ha lavorato in passato alla stesura dell’autobiografia del campione di tennis Andre Agassi.

Tuttavia i progetti letterari del principe Harry stanno rischiando di rovinare le celebrazioni per lo storico anniversario dei 70 anni sul trono della Regina Elisabetta.

Per la Royal Family dove ogni giorno si potrebbe veder spuntare notizie vere o del tutto inventate,( ma sarebbe comunque relativo) l’ultimo aggiornamento riguarda la Regina Elisabetta.
Infatti pare che Sua Maestà avrebbe ritirato l’invito al principe Harry e alla moglie Meghan Markle per il Giubileo di platino del 2022.

Leggi anche -> Loredana Lecciso, niente più passione con Al Bano: “Rapporto mentale, con l’età si capisce…”

Leggi anche -> Stroncata da un aneurisma improvviso: Carolina Palizzolo muore a 27 anni

Una poco tranquilla famiglia reale

Purtroppo nel mezzo di tutta la diatriba regale c’è la povera Lilibet Diana Mountbatten-Windsor.

Già con la nascita in California della piccola lo scorso 4 giugno, sono arrivate le polemiche, oltre che per il nome scelto dai genitori, che per la location del suo battesimo.

Da quanto è emerso il 95% dei lettori di un quotidiano britannico, si è espresso a sfavore del un ritorno di Harry e Meghan a Londra, anche se temporaneo, per battezzare la figlia.

Ora che reale britannico si affidi ad un libro per raccontarsi è insolito, in special modo per il principe Harry, che ha espresso più volte il desiderio di voler proteggere a tutti i costi la propria privacy.

Resterà da scoprire se le memorie del principe Harry saranno un attacco alla corona o solo delle confessioni innocenti.
Di fatto quello che potrebbe far pura alla corte è la possibile rivelazione del presunto “razzista” in famiglia.

Questo riguarderebbe la persona che, prima della nascita del piccolo Archie, avrebbe posto dubbi sul colore della pelle del primogenito di Harry e Meghan.

Sembra che nessuno a palazzo, nonostante Harry ribadisce di aver avvertito tutti già da mesi, si aspettasse questo libro, neanche il principe Carlo.