Ecco 4 alimenti sconosciuti in grado di combattere il colesterolo cattivo

In quest’articolo vedremo come mangiare determinati tipi di pianta potrà aiutarci contro il colesterolo in eccesso

colesterolo
In questa guida vedremo come alghe, piante e bacche possono combattere il colesterolo

Ci sono alimenti, così come bevande, che sono una vera e propria salvezza per il nostro corpo. Ad esempio quest’oggi andremo a vedere 4 cibi, sconosciuti ai più, che con i loro principi possono aiutare ad eliminare il colesterolo “cattivo”.

La portulaca è una pianta mediterranea ricca di acidi anticolesterolo e pectina

Tutti questi prodotti, inoltre, vengono da paesi molto lontani e sono arrivati da noi solamente a seguito della globalizzazione. La prima che andremo a vedere, ad esempio, si trova nel mediterraneo come il rosmarino e l’alloro.

Parliamo, infatti, della portulaca una pianta ricca di omega3 che in soli 100 grammi presenta oltre 350 mg di acidi anticolesterolo.  La stessa Oms consiglia l’utilizzo di questo prodotto, il quale risulta ottimo anche per la sua quantità di pectina, sostanza molto utile se si vuol dimagrire.

Leggi anche —> Guscio uovo, tutti i benefici per il nostro corpo e per l’ambiente

Passiamo, invece, ad un alga, la spirulina, la quale ha effetti depuranti e disintossicanti. Quest’ultima, a differenza della precitata portulaca, ha preso molto più piede venendo spesso utilizzata per dimagrire, velocizzare il metabolismo e combattere il colesterolo in eccesso.

Leggi anche —> La dieta TLC per combattere il colesterolo alto e mantenersi in forma

Per proteggere il nostro corpo potremo usare bacche, piante ed alghe

Passiamo oltre parlando della salicornia, una pianta che cresce e vive nel fango ma allo stesso tempo ricca di vitamine e minerali. Quest’ultima, infatti, se mangiata (cotta o cruda non fa differenza) elimina il colesterolo e depura fegato e reni.

Infine, l’ultimo prodotto che andremo a mostrarvi sono delle bacche provenienti direttamente dal Brasile. Gli Acai, questo il nome delle bacche, vengono usati per la loro capacità di proteggere i capillari e migliorare la circolazione.