Raffaella Carrà, morte evitabile, l’inquietante retroscena: “Aveva altri 10 anni di vita”

Raffaella Carrà: arriva una dichiarazione inquietante circa la sua morte. La regina della televisione italiana poteva vivere altri 10 anni ma qualcosa è andato storto. Vediamo nei dettagli che cosa è accaduto.

Raffaella Carrà, la regina della televisione italiana muore il 5 luglio 2021 a causa di un tumore polmonare. Parla un medico che rompe il silenzio e fa delle rivelazioni scioccanti.

La morte di Raffaella Carrà

Raffaella Carrà si spegne a 78 anni il 5 luglio 2021 a causa di un tumore polmonare. Secondo alcune indiscrezioni la soubrette italiana sapeva già da tempo di soffrire di una brutta malattia ma non aveva voluto rivelare a nessuno il suo precario stato di salute perché voleva, come affermato anche Sergio Japino, suo grande amore nella vita e nella professione, che pubblico la ricordasse per sempre come la bionda energica e piena di vita che oltre 40 anni fa era entrata nelle loro case a fare compagnia agli italiani.

Nei mesi precedenti la sua morte, Raffaella Carrà aveva deciso di scomparire dalla circolazione: nessun evento pubblico, nessuna ospitata: la mitica Raffa aveva deciso di vivere in solitudine, circondata solo dall’affetto dei familiari ai quali ha dedicato i suoi ultimi giorni di vita.

Le ultime apparizioni pubbliche di Raffaella

L’ultima trasmissione televisiva condotta da Raffaella Carrà porta il nome di ‘A raccontare comincia tu’ e risale al 2019. Il format ideato dalla stessa Carrà, prevedeva di realizzare delle interviste a personaggi noti del mondo dello spettacolo.

Raffaella, per la realizzazione di questo programma, pretese la partecipazione di amici e colleghi per lei importanti come Maria De Filippi, Loretta Goggi e Rosario Fiorello.

La sua ultima invece ospitata in televisione fu da Fabio Fazio nella sua trasmissione Che tempo che fa. In quell’occasione, la regina della televisione italiana rilascia un’intervista che fa commuovere tutti, presentatore incluso.

Raffaella parla della sua vita professionale ma anche di quella privata, raccontando del doloroso ricordo della mamma, Iris Dell’ Utri morta a 63 anni, fatalità, per la sua stessa malattia, un tumore ai polmoni. Raffaella in quell’ intervista racconta anche del suo cruccio più grande, quello di non essere riuscita a diventare mamma.

Il grande dolore di Raffaella

La vita di Raffaella è stata costellata di grandi successi professionali e privati. Mentre la sua vita lavorativa, la sua carriera, è stata ricca di momenti gioiosi e meravigliosi, quella privata ha subito più volte battute d’arresto piuttosto drammatiche.

Raffaella cresce con i nonni materni e con la mamma, Iris Dell’Utri. Il papà era descritto da lei come un uomo molto violento che tradì più volte durante gli anni di matrimonio la sua adorata mamma.

Raffaella ha sempre sottolineato come la nonna e la madre siano state le persone più importanti nella sua vita e soprattutto le sue prime fan.

La Carrà se ne va però con un unico grande dolore, quello di non essere diventata madre. In una recente intervista realizzata qualche mese prima di morire, Raffaella confessa che a 40 anni scopre la sua impossibilità di avere i figli.

La showgirl afferma però che da quel momento non si è mai data per vinta e tutto il suo amore materno lo ha riversato sui nipoti Matteo e Federica, figli del fratello Renzo morto a 56 anni a causa di un tumore al cervello e adottando più di 150 bambini grazie alle trasmissioni di beneficenza che lei stessa conduceva come il programma Amore.

La Carrà aveva poi un ottimo rapporto anche con le figlie degli uomini più importanti della sua vita, Gianni Boncompagni e Sergio Japino. In particolare, Jessica, la figlia del coreografo Japino ha raccontato che Raffaella Carrà è stata per lei una seconda mamma.

L’ultimo gesto prima di andare via

Qualche mese prima di morire, Raffaella Carrà compie un ultimo grande gesto meraviglioso. La showgirl italiana decide di donare la sua palestra di Porto Santo Stefano a una confraternita, quella della Misericordia.

La mitica Raffa non voleva che questo suo gesto fosse pubblicato e il governatore della confraternita Roberto Cerulli rispetta le sue volontà.

Dopo la sua morte però, l’uomo ritiene che tutti debbano sapere che donna meravigliosa fosse Raffaella Carrà. Il governatore della confraternita ricorda che nel giorno della cessione della palestra, Raffaella non era in ottima forma: la Carrà si presentò con degli occhiali scuri molto grandi e con la mascherina che le copriva completamente il viso.

Era particolarmente magra, quasi non si reggeva in piedi e la sua chioma sempre in ordine era ora coperta da una parrucca probabilmente, col senno di poi, a voler nascondere la perdita dei capelli che la brutta malattia le stava procurando.

Le parole del medico

Raffaella Carrà è stata strappata alla vita troppo precocemente. La mitica Raffa avrebbe potuto vivere altri 10 anni tranquillamente ma la sua malattia aggravata dal vizio del tabagismo ha fatto sì che la regina della televisione italiana se ne andasse con 10 anni di anticipo.

Questo è quanto affermato da Giacomo Mangiarcina, docente alla Sapienza di Roma. Raffaella muore a causa di un tumore ai polmoni che la colpisce in una forma molto aggressiva e non le lascia scampo.

Il medico ha anche spiegato che oltre alla genetica, anche la sua mamma Iris Dell’ Utri muore infatti per un tumore ai polmoni a 63 anni, ha giocato ruolo importante anche il suo vizio dal fumo. Se la Carrà si fosse infatti riguardata smettendo di fumare, sicuramente oggi sarebbe ancora qui con noi.

LEGGI ANCHE —> Raffaella Carrà, l’ultima telefonata all’amico prima di morire: il commovente gesto

LEGGI ANCHE —> Raffaella Carrà, dopo la morte spunta l’erede che nessuno sapeva di avere