Stadio, l’agghiacciante retroscena sull’infarto di Gaetano Curreri: la causa del malore

Un malore che hanno preoccupare tutti i fan di Gaetano Curreri e degli Stadio. Il cantante si è accasciato sul palco per un infarto.

Tanti i cantanti morti per malori simili, si pensi a Mango che proprio durante un concerto perse la vita. Quando la notizia di Gaetano Curreri è cominciata a circolare sul web si è subito pensato al peggio. Per fortuna, poche ore fa, lo staff del gruppo ha subito dato la bella notizia: Gaetano si è ripreso e sta migliorando.

Spuntano però anche le prime notizie sulla sua salute, sui precedenti colpi e sulla possibile causa del malore

LEGGI ANCHE –> Gino Paoli, gravi problemi di salute: costretto ad annullare i concerti

LEGGI ANCHE –> Loredana Bertè sta male, necessaria l’operazione: la verità sulle sue condizioni

Stadio, le teorie sulle cause dell’infarto di Gaetano Curreri

Il leader degli Stadio, Gaetano Curreri, è svenuto durante un concerto a San Benedetto del Tronto per un malore che ha suscitato subito il panico nei fan e nel pubblico. Il pronto intervento del 118 ha interrotto lo show. Il cantante è stato subito portato all’ospedale di Ascoli per i dovuti accertamenti.

Il 69enne stava per eseguire un bis, un suo cavallo di battaglia, ovvero “Piazza Grande” dell’amico Lucio Dalla. Ma secondo quanto raccontato dai testimoni, il cantante non è più riuscito a leggere il testo della canzone dal leggìo e si è accasciato.

Nel primo pomeriggio arriva finalmente la bella notizia:

«Siamo veramente felici di comunicarvi che Gaetano ha superato brillantemente l’infarto e adesso sta bene».

Così il gruppo Stadio su Facebook ha voluto comunicare che il cantante ha superato la terapia intensiva dopo l’infarto. Il cantante già nel 2003 aveva avuto un malore, un inctus dalla quale ne è uscito per fortuna bene.


Ma come sempre spuntano sui social tante teorie relative alle cause del malore.

Curreri ha fatto prevenzione contro il virus?

Secondo alcuni a provocare il malore sarebbe stato il vaccino: la vergogna no vax non smette mai di imperversare su internet. Tra le migliaia di messaggi di affetto e speranza, c’è chi fa ipotesi malsane e campate in aria totalmente.

 

Si tratta ovviamente di utenti con account fasulli che sui social aprono bocca su tutto sparando a zero e suscitando il panico con notizie e ipotesi che non hanno alcun fondamento.