Raffaella Carrà, la verità sulla malattia: terrorizzata dall’impedimento fisico e psichico

Una confessione, quella di Raffaella Carrà che fa venire la pelle d’oca. In un’intervista la conduttrice ha ammesso che era molto spaventata dagli effetti della malattia.

La Regina della TV sarà ricordata per sempre per i suoi successi ma solo adesso su Raffaella Carrà emergono dei dettagli che lei stessa ha raccontato con fatica della sua vita e del suo modo di vedere il presente, il passato e il futuro.

Un viaggio immenso quello che si può fare nella sua carriera. La conduttrice e showgirl ha fatto tanti spettacoli, ha cominciato da piccolissima come ballerina, poi come attrice e poi come donna della TV. Raffaella ha dimostrato di essere poliedrica e di avere tanti punti forti: soprattutto quello di anteporre la carriera su tutto.

Raffaella voleva il successo ma non solo per i soldi, ma anche perché voleva che la sua voce avesse un peso.

LEGGI ANCHE –> Raffaella Carrà, l’eredità ai figli adottivi? Con lei fino alla fine | La FOTO al funerale

LEGGI ANCHE –> Raffaella Carrà, morte evitabile, l’inquietante retroscena: ‘Aveva altri 10 anni di vita’

Raffaella Carrà e la confessione sulla malattia

L’intervista tv faccia a faccia tra la Raffaella Carrà e il giornalista Giovanni Minoli mise in luce alcuni aspetti della personalità della showgirl che alla luce di quanto accaduto lo scorso mese, rendono ancora più chiara la sua personalità e svelano il motivo per cui non ha voluto raccontare a nessuno del tumore.

Raffaella Carrà parla il suo primo amore

In questa lunga intervista-confessionale di Raffaella che risale al 1985 nella trasmissione Mixer, condotta da Giovanni Minoli le domande a Raffaella interessanti sono tantissime. Una di quelle che fa più riflettere è quella in cui il giornalista prova a chiedere a Raffaella se ha paura di invecchiare.

Raffaella risponde secca:

«Non ho paura di invecchiare, ho paura della malattia».

Raffaella aggiunge anche un altro dettaglio.

Raffaella aggiunge anche un altro dettaglio sulla malattia.

Il dettaglio sulla malattia

Raffaella voleva essere sulla scena, pur sognando di fare la coreografa, solo per dare forza alla sua voce.

Non si era mai sposata perché non dava peso al matrimonio come istituzione. Se avesse avuto dei figli è probabile che avrebbe fatto questo passo.

Alla domanda del giornalista però Raffaella non ha potuto nascondere qual era e qual è stata fino all’ultimo la sua grande paura:

“Mi fanno paura gli impedimenti sì fisici ma soprattutto psichici”

Raffaella non voleva diventare un peso per le persone che la amavano e facevano parte della sua vita è per questo forse che si è spenta così, all’improvviso, nel silenzio generale, quando le telecamere non erano più puntate su di lei.