Matteo Tancredi non ce l’ha fatta: è morto il giovane motociclista dopo 10 giorni di agonia

Matteo Tancredi, 25 anni originario di di Cervignano (Udine), è morto a distanza di dieci giorni dal tragico incidente che ha avuto luogo lungo la strada che porta ad Aquileia.

Il giovane motociclista ha perso il controllo della sua auto sul tratto di strada che da Grado (Gorizia) conduce ad Aquileia.

Matteo Tancredi muore a 25 anni

il giovane era stato ricoverato in terapia intensiva all’ospedale di Udine. Tuttavia ai medici del 118 intervenuti in suo soccorso era parso chiaro fin da subito che le ferite riportate dal giovane erano serie.

Il giovane dopo aver perso il controllo della sua Ducati, è andato a sbattere contro il guard-rail sulla translunare che stava percorrendo nel suo rientro a casa.

Il 17 luglio a chiamare l’ambulanza è stato l’ex ufficiale della polizia locale di Grado, Federico Ferrazzo, che stava percorreva la stessa strada.

L’uomo non appena si è trovato davanti lo schianto è accorso per fermare la circolazione, in attesa dell’arrivo dei soccorsi.

Il giovane dopo l’impatto era rimasto incastrato sotto il guardrail e i sanitari hanno dovuto adoperarsi affinché si potessero estrarre le gambe di Tancredi dalle lamiere.

Leggi anche -> Gianni Nazzaro, la terribile verità sulla malattia: la moglie rompe il silenzio

Leggi anche -> Paola Barale, addio alla Tv. Lo sfogo: “Manca il rispetto”

La decisione di donare gli organi

Per quanto non siano ancora chiare le cause della perdita del controllo della moto da parte del giovane, le forze dell’ordine hanno potuto verificare che nell’uscita di strada non erano rimasti coinvolti altri veicoli.

Di fatto è emerso in seguito che in quel preciso momento non passava nessuno.

Infine per il giovane è arrivato l’esito negativo, i medici non sono riusciti a salvarlo a causa delle gravi ferite e il 26 luglio a seguito della morte del giovane, la famiglia ha decisione di donare gli organi.

Matteo, era l’unico uomo che si occupava della famiglia, lascia la madre e la sorella, la famiglia solo un anno e mezzo fa aveva affrontato il dolore per la perdita del padre.