Queste vecchie Lire ora sono delle monete rare e valgono un tesoro!

1 gennaio 1990 entrò in vigore l’euro, mentre dal 1 marzo 2002 le lire perdono definitivamente corso legale.

Incominciano a far parte in alcuni casi delle monete rare.

Collezionisti  di monete rare

Il mondo dei collezionismi sta lentamente svelando i segreti che si celano dietro questo mondo.

Migliaia di appassionati ogni giorno in tutto il mondo vanno alla ricerca di pezzi rarissimi che possono valere una fortuna. Il mondo della collezione è molto variegato e per quanto si tenda a parlare di collezioni rare e pregiate solo in occasione delle monete rare e dei francobolli, esiste anche un mondo di collezionisti di sneakers, vinili, videogiochi e chissà cos’altro.

Con l’avvento di internet, si è presentata l’opportunità di attingere ad un mercato potenzialmente più ricco e fiorente che in altre epoche.

Oggi abbiamo la possibilità di avere oggetti che si credevano ormai persi e introvabili che si possono trovare senza troppi problemi, a cifre piuttosto elevate.

Leggi  anche -> Bevendo queste due tisane prima di andare a letto depureremo il nostro organismo

Leggi anche ->  Dal passato del principe Harry, spunta il dna segreto: Carlo è davvero suo padre?

Questa 5 lire può arrivare a valere anche 15mila euro

Le abbiamo accantonate relegandole in vecchie scatole in cantina o in soffitta, almeno quelle che non abbiamo cambiato in banca. Si tratta ovviamente delle monete delle vecchie lire, e dei piccoli tagli che per un motivo affettivo o per altro non abbiamo “rottamato”.

Ebbene è arrivato il momento di spolverare quelle scatole e lente d’ingrandimento alla mano, incominciare a dare una controllata subito ad esempio alle 5 lire che, secondo gli esperti, è una di quelle monete rare che fruttano più guadagno.

Stiamo parlando parliamo della 5 lire Quadriga, forse tra le monete rare che riguardano la lira la più ricercata. Si tratta delle 5 lire che un lato raffigurano l’Italia su una Quadriga con un ramo d’ulivo e uno scudo, mentre dall’altro c’è segnato l’anno, il 1914 con Vittorio Emanuele III.

Stando a quanto dicono gli esperti, di questa moneta ne esistono ben due versioni: una con la scritta “prova” e l’altra pulita. Nel primo caso può arrivare ad una valutazione che va dai 3mila ai 13mila euro, mentre nella seconda versione si può arrivare anche ai 15mila euro.

Previous articleBelen Rodríguez, il fidanzato conserva un indumento sporco di lei | FOTO
Next articleGemma Galgani, viso irriconoscibile: nuovo intervento di chirurgia | FOTO