Insonnia e poche energie? Una vitamina può fare al caso nostro

Per chi soffre di insonnia, lo stress e i ritmi di vita frenetici, impediscono di ricaricare il corpo e la mente.

Dovremmo interrogarci sugli effetti del cibo sul sonno o sull’insonnia perché il cibo è la nostra fonte di energia, il nostro carburante per vivere.

Alimentazione e vitamine

Quello che mettiamo nel piatto ha un impatto diretto sulla qualità del sonno, alcuni cibi ci stimolano e ci tengono vigili, altri facilitano la nostra digestione o ci aiutano a dormire meglio e contribuiscono al nostro benessere. Ma come funziona esattamente?

Cerchiamo di capire quali sono le nostre esigenze nutrizionali, come sta andando la nostra digestione, qual è il legame tra dieta e sonno, quali alimenti sono consigliati per dormire bene, e quali vitamine possono darci le condizioni ottimali per dormire e vivere meglio.

Le vitamine si dividono in due categorie, vitamine idrosolubili (vitamina C e vitamine del gruppo B) che si sciolgono in acqua e vitamine liposolubili (vitamine A, DE e K) che si sciolgono nei grassi.

Anche se non sono energetici, il nostro corpo ha bisogno di vitamine per funzionare correttamente.

Tuttavia alcune vitamine non si accumulano nel nostro organismo. Questo, rende necessario il doverle reintegrarle con l’alimentazione. Come nel caso dell’acido folico o vitamina B9.

Si tratta di una vitamina presente nelle verdure a foglia verde come: carciofi e broccoli, o spinaci e cavolfiori.

L’acido folico (vitamina B9) è una delle vitamine essenziali che non sono prodotte dal corpo. Gioca un ruolo importante nel processo di crescita e nello sviluppo del sistema nervoso e del cervello del feto. È quindi particolarmente importante durante la gravidanza.

Leggi anche -> Raffaella Carrà, quella rivelazione a Tiziano Ferro: il messaggio da brividi

Leggi anche -> Una bevanda in grado di combattere il Parkinson mantenendo il cervello giovane: ecco come farla

Vitamina B9, la vitamina che manca quando sei giù di corda

Le vitamine volgono importanti funzioni come la regolazione del metabolismo e delle reazioni enzimatiche, il rafforzamento della vista, l’immunità, ecc.

Tuttavia alcuni non riescono ad assorbire l’acido folico, questo può avvenire per diverse cause come per il diabete mellito, o l’abuso d’alcol o in caso di celiachia.

Una carenza di acido folico porta all’anemia considerato che vengono prodotti meno globuli rossi. La conseguenza di questa carenza può portare: depressione, apatia, insonnia, scarso appetito e stanchezza.