Vite al Limite, morta la star del programma: l’addio del Dott. Nowzaradan e della redazione

Un lutto che ha colpito nel cuore Vite al Limite. Il programma del Dottor Nowzaradan perde la sua star. ll triste addio dopo le ultime puntate.

Un addio improvviso che ha lasciato la redazione del programma Vite al Limite senza parole. Il noto volto ha lasciato l’impronta nel programma diventanto un personaggio davvero molto seguito sulle piattaforme social.

 

LEGGI ANCHE –> Vite al limite, Laura in clinica pesava 270 kg, stenterete a riconoscerla

LEGGI ANCHE –> Vite al Limite, dov’è Joe Wexler adesso? Il suo cambiamento è incredibile

Vite al Limite, lutto devastante nel programma

Non è la prima volta che Vite al Limite è costretto a dire addio ad uno dei suoi protagonisti. Nel corso delle varie stagioni del programma, sono stati tanti i pazienti che purtroppo non ce l’hanno fatta.

Alcuni hanno abbandonati incapaci di portare avanti il ristretto regime alimentare proposto dal dottor Nowzaradan, altri hanno voluto mettersi alla prova senza bypass gastrico, un’operazione che il medico adopera solo quando i suoi pazienti mostravano reale intenzione di dimagrire.

Mentre qualcuno, dopo il programma, è rimasto più o meno dello stesso peso, altri si sono rimboccati le maniche e hanno perso tanti chili.

LEGGI ANCHE –> Lutto a Un posto al sole, la soap dice addio ad uno storico volto: aveva un tumore

L’addio alla nota star

Gina Marie Krasley purtroppo è una di quelle che non ce l’hanno fatta. Si è distinta a “Vite al Limite 2020” per il suo tortuoso percorso.


La trentenne è deceduta nella sua casa di Tuckerton, nel New Jersey. Proprio grazie al programma aveva acquistato una certa notorietà sui social,

Nel reality, la Krasley aveva svelato la triste infanzia già condizionata dai chili di troppo dovuti agli abusi fisici e verbali che aveva subito dal padre: il cibo per lei era una valvola di sfogo.


Nell’episodio raccontò anche dell’amore per la moglie Beth e dei problemi che i suoi chili di troppo avevano generato nella vita di coppia.

La Krasley era molto attiva sui social media. Spesso si esibiva in divertenti balletti: uno dei suoi sogni era quello di aprire una scuola di danza per bambini con bisogni speciali.

E’ proprio su TikTok che ha acquistato sempre più fan: le sue coreografie hanno conquistato tutti perchè promuovono l’idea di una danza senza misure e dimensioni.  Krasley era apparsa anche nel film di Matt Mulhern del 1998 «Walking to the Waterline».

La sua famiglia ha fatto un appello affinchè ci siano delle donazioni a enti di beneficenza per la salute mentale, in onore di Krasley, e per chi sarà presente al funerale i parenti hanno chiesto di indossare una mascherina rosa e viola, i colori preferiti di Krasley.

La donna lascia nel dolore la moglie Beth, la madre Cathy Devereux e la sorella Ali Samuels.