Gino Strada, è scomparso a 73 anni l’uomo che fondò Emergency

L’Ong fondata da Strada avrebbe curato oltre 11 milioni di persone, spesso civili rimasti feriti durante diversi conflitti.

Con la sua onlus il chirurgo avrebbe salvato milioni di feriti in guerra

E’ scomparso a 73 anni Gino Strada, il fondatore della Ong “Emergency”. L’uomo si trovava in Normandia quando una complicazione al cuore l’ha portato via. Quest’ultimo, infatti, già da diverso tempo soffriva di alcuni problemi cardiaci.

Da diverso tempo l’uomo soffriva di disturbi al cuore

Tornando a parlare di Emergency, dalla sua nascita essa ha operato in oltre 18 paesi del mondo assicurando in maniera gratuita cure alle vittime della guerra e della povertà. Gino Strada, inoltre, sarebbe stato preso in considerazione anche per ricoprire il ruolo di commissario alla Sanità in Calabria.

Leggi anche —> Raffaella Carrà, la foto a pochi giorni da morte: irriconoscibile, il bellissimo gesto

Persino il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha ricordato Strada e la sua continua lotta alle guerre. Il chirurgo, infatti, è sempre stato a disposizione dei più poveri e dei feriti costituendo per loro una vera e propria salvaguardia.

Leggi anche —> Star di TikTok Timbo The Redneck, muore tragicamente dopo un tragico incidente con un camion

Strada ha rappresentato una vera ancora di salvataggio per i feriti di guerra

Non sono mancate negli anni anche delle polemiche rivolte al governo, spesso criticato per la sua corruzione nella sanità e la cattiva gestione dell’immigrazione. Non è stata risparmiata dalle critiche neanche l’Unione Europea spesso coinvolta nel commercio di armi.

Nel 1999 Gino Strada, inoltre, pubblicò un libro, Pappagalli Verdi, in cui raccontò le sue esperienze nei teatri di guerra dove era impegnato con la sua onlus. A catturare l’attenzione dei lettori, nello specifico, furono le storie di bambini ed adulti mutilati in Iraq, Cambogia e Afghanistan. Furono proprio queste terribili esperienze a convincere Strada ad aprire Emergency insieme a sua moglie nel 1994.