Bonus affitti, previsti sino a 1.200 euro per i proprietari

La domanda per accedere al bonus affitti potrà essere presentata sino al 6 settembre e avrà l’obiettivo di favorire la riduzione dei canoni.

bonus affitti
Il bonus potrà essere richiesto sino al 6 settembre

Manca ormai poco meno di un mese alla scadenza utile per presentare la domanda per il bonus affitti. Il fondo perduto messo a disposizione dei proprietari di casa che hanno ridotto la quota di affitto versata dall’inquilino che la detiene come abitazione principale, infatti, scadrà il prossimo 6 settembre.

Il contributo sarà sino ad un massimo di 1.200 euro a locatore

Come precisato dall’Agenzia delle Entrate questa convenzione sarà destinata a persone fisiche non titolari di partita Iva, sia ai locatori, persone fisiche o soggetti diversi, titolari di partita Iva.

L’obiettivo di tale manovra, com’è stato dichiarato, è favorire la riduzione dei canoni rendendo il pagamento degli affitti più abbordabile per tutti. Il tutto, inoltre, sarebbe stato strutturato per combattere le difficoltà economiche sopraggiunte in seguito all’emergenza sanitaria.

Leggi anche —> Bonus busta paga, ad agosto in arrivo sino a 1.880 euro

La somma data dal contributo sarà proporzionata all’importo complessivo delle riduzioni dei canoni di locazione degli immobili a uso abitativo, relative alle mensilità dell’anno 2021. I proprietari, infatti, dovranno aver già comunicato la variazione dell’importo all’Agenzia delle entrate.

Leggi anche —> Bonus terme 2021, ecco come richiederlo e come funzionerà

La domanda potrà essere fatta esclusivamente in via telematica

Il contributo, inoltre, sarà pari al 50% dell’ammontare complessivo delle rinegoziazioni in diminuzione e potrà arrivare fino a 1.200 euro per ciascun locatore. Per accedere al contributo, quindi, l’immobile dovrà essere situato in città dall’alta tensione abitativa come Bari, Bologna, Catania, Firenze, Genova, Milano, Napoli, Palermo, Roma, Torino e Venezia o nei comuni confinanti.

Per controllare, nello specifico, tutti i comuni interessati dalla convenzione vi rimandiamo al sito del Ministero dei Trasporti. Infine, come detto la domanda dovrà essere effettuata dai proprietari della casa, esclusivamente però in via telematica accedendo all’area riservata del sito tramite Spid.