“Ylenia è viva, l’ho incontrata ai Caraibi”: la confessione di Yari, Romina Power sconvolta

Yari Carrisi, secondogenito dell’ex coppia formata da Al Bano Carrisi e Romina Power, fa delle confessioni sconvolgenti sulla sorella. Il giovane ha affermato di averla incontrata. Ecco che cosa ha detto. Tutti i dettagli.

Yari Carrisi sconvolge con delle dichiarazioni shock. Il secondogenito dell’ex coppia formata da Al Bano Carrisi e Romina Power fa delle dichiarazioni sconcertanti sulla scomparsa della sorella. Ecco che cosa ha spiegato il giovane. Il retroscena inedito.

La scomparsa di Ylenia Carrisi

Il 31 dicembre 1993 Ylenia Carrisi, la primogenita della coppia formata da Al Bano Carrisi e Romina Power scompare in circostanze misteriose da New Orleans in Massachusetts, negli Stati Uniti d’America.

La ragazza alloggia fino al 6 gennaio al Dale motel in compagnia di Alexander Masakela, un sassofonista di strada che faceva uso di sostanze stupefacenti e che a distanza di qualche tempo dalla sua scomparsa sarà accusato da diverse donne di violenze e stupri a danno anche di giovani ragazze.

Ylenia scompare senza lasciare traccia di sé. I suoi cheques di viaggio vengono utilizzati dal sassofonista per pagare il conto del motel dove i due condividevano una stanza.

Proprio questo gesto strano del sassofonista fa sì che la polizia cominci ad avere sospetti su di lui. Masakela finisce in stato di fermo ma poiché non ci sono prove di un suo coinvolgimento circa la scomparsa di Ylenia viene rilasciato.

Sarà accusato però più tardi per crimini di natura sessuale. Nel frattempo Al Bano e Romina lasciano l’Italia per raggiungere l’America e partecipare alle ricerche della figlia ma di Ylenia purtroppo nessuna traccia.

Una batosta definitiva arriva da una testimonianza che fa perdere ogni speranza. Albert Cordova, un guardiano notturno del Audubon Aquarium of the Americas, dice di aver visto la notte del 6 gennaio una ragazza bionda seduta sulla banchina del fiume Mississipi con le gambe penzoloni.

Secondo il racconto di Cordova, la ragazza si gettò davanti ai suoi occhi nelle acque del fiume senza fare più ritorno. Il corpo della giovane non fu mai ritrovato.

Qualche tempo dopo, osservando una foto, il guardiano ammise che era sicuro che la ragazza del fiume fosse Ylenia Carrisi. Per Romina Power però non è la verità. L’artista crede che la figlia sia ancora viva e continua a cercarla speranzosa che un giorno ritornerà a casa.

Nel corso degli anni tanti sono stati gli avvistamenti ma altrettante le delusioni. Qualcuno aveva giurato di aver visto Ylenia in un convento Greco dove viveva insieme ad alcune suore visto che aveva scelto di dedicarsi alla vita monastica.

Qualcuno parlò invece addirittura di un sequestro e del suo ritrovamento in uno scantinato. Recentemente il DNA della parte materna di Ylenia è stato prelevato da un laboratorio americano per confrontare il DNA di alcune donne trovati morte.

Un serial killer, Keith Jesperson noto anche come Happy face dirà di aver visto Ylenia nelle fotografie di una delle sue vittime. La ragazza si faceva chiamare Susanne ma il test del DNA effettuato sui resti della giovane donna risulterà incompatibile.

Mentre Romina continua ancora a cercare la figlia, Al Bano ha ottenuto il riconoscimento della morte presunta.

La dichiarazione shock di Yari

A parlare della sorella è oggi Yari Carrisi, il secondogenito dell’ ex coppia formata da Al Bano e Romina Power. Il ragazzo fa delle confessioni che lasciano davvero a bocca aperta.

Secondo alcune indiscrezioni Yari ha affermato di aver incontrato personalmente la sorella a Santo Domingo durante un incontro segreto.

Ylenia avrebbe fatto capire però al fratello di non voler ritornare sotto i riflettori preferendo vivere una vita riservata e lontano da tutto e tutti:

“Tanti anni della mia vita li ho passati collezionando articoli, informazioni e andando in giro alla ricerca di Ylenia. Però a questo punto lascio che sia lei a fare il passo perché sono sicuro che lei è ancora in giro”.

Parole forti queste che però altro non sono che una fake news. Di fronte a dichiarazioni mendaci, Yari ha voluto dire la sua.

Il ragazzo infatti ha affermato di non aver mai lasciato nessuna intervista del genere e soprattutto di non essere mai stato a Santo Domingo.

Ha detto che la scomparsa della sorella è per lui una ferita ancora aperta. Il giovane si dice deluso e del fatto che i giornalisti continuino a speculare sulla scomparsa di una ragazza aprendo una ferita che non si è mai rimarginata:

“Non sono mai stato in vita mia a Santo Domingo. Quella di Ylenia è una ferita ancora aperta: sono deluso”.

Anche Al Bano dice la sua:

“Sono dichiarazioni del tutto prive di fondamento. Non penso proprio che mio figlio abbia detto di avere incontrato Ylenia. Purtroppo da anni c’è una speculazione sul nome di mia figlia forse perché fa vendere i giornali. Vogliamo essere lasciati in pace su questa vicenda”.

Anche Romina Power interviene con un post su Instagram dove chiede rispetto per la sua famiglia.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Romina Power (@rominaspower)

LEGGI ANCHE —> Yari Carrisi non chiama più Al Bano papà: il motivo lascia senza parole