Alessandro Borghi: “La mia fidanzata è più colta di me”

Alessandro Borghi è un attore che ha iniziato a lavorare agli studi di Cinecittà come stuntman fra il 2005 e il 2007.

In seguito è passato a piccoli ruoli in sceneggiati televisivi, esordendo al cinema nel 2011 con il film Cinque.

Alessandro Borghi

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Petru Rosenthorn (@petruro)

Alessandro Borghi dopo aver preso parte a numerosi progetti televisivi, nel 2016 riesce a catturare l’interesse del pubblico mentre recita come protagonista nel film di Claudio Caligari “Non essere cattivo”.

Il film fu presentato alla 72ima Mostra del Cinema di Venezia ricevendo il plauso sia di pubblico che della critica, per la magnifica interpretazione degli attori.

Borghi è l’attore italiano più desiderato di questi ultimi anni, in particolare dopo alcune interpretazioni tra le quali: Suburra, dove interpreta il boss Aureliano Amadei, il Numero 8, e il film Sulla mia pelle, dove è Stefano Cucchi, in cui viene riportata la storia del giovane geometra romano morto in circostanze misteriose a seguito del suo arresto.

Leggi anche – > Barbara D’Urso devastata, la morte della mamma un dolore immenso: “Mi squarcia l’anima”

La mia fidanzata è più colta di me

Il nome di Alessandro Borghi è ormai divenuto sinonimo di talento e successo. Questo giovane dagli occhi di ghiaccio, ha dimostrato di avere il “phisique du role” per lavorare come protagonista.

Di recente nel corso della presentazione di Mondocane alla Mostra di Venezia l’attore ha confidato:

“La mia fidanzata è la persona più acculturata che io conosca, rappresenta uno stimolo per mettermi alla pari”.

Riservato riguardo la sua vita privata di Alessandro Borghi si sa che la sua attuale fidanzata si chiama Irene Forti, una modella a cui è legato dal 2020.

L’attore confessa che il primo libro che gli è stato consigliato da Irene è stato ‘Le otto montagne’. Un consiglio che si è rivelato una profezia.

Infatti di recente l’attore è impegnato sul set del film tratto proprio dal romanzo di Paolo Cognetti vincitore del Premio Strega.

Ad un settimanale Borghi ha confessato di conoscere il segreto della sua felicità:

“Credo che gli uomini da soli abbiano poche chance di essere interessanti. Devono sempre essere accompagnati, se ci riescono, da una donna più interessante di loro: io adesso ce l’ho”.

Leggi anche – > Gianni Nazzaro, la vedova confessa: “Non aveva più soldi nemmeno per il funerale | Chi l’ha pagato

Previous articleUomini e Donne, Davide Donadei si lascia andare ad un lungo sfogo
Next articleWhatsApp, novità molto interessanti in arrivo su Android