Morgan senza tetto: il cantante tra gli sfollati di Milano

Morgan tra gli sfollati dopo l’incendio che ha colpito il palazzo in via Antonini. Il cantante ha ripreso tutto e racconta la sua drammatica testimonianza. Ecco tutti i dettagli.

Morgan Castoldi, ex giudice di X Factor tra gli sfollati costretti a lasciare la propria abitazione dopo l’incendio che ha colpito il palazzo in via Antonini a Milano. La sua drammatica testimonianza arriva con immagini agghiaccianti. Ecco che cosa è accaduto.

La testimonianza di Morgan

Morgan Castoldi noto cantautore e giudice di X Factor vive nel palazzo vicino a quello situato in via Antonini che nella giornata di ieri 29 agosto ha preso fuoco.

Attraverso Instagram, l’ex compagno di Asia Argento ha voluto raccontare nei minimi dettagli la propagazione delle fiamme e la fuga dei residenti.

Le sue immagini e le sue dichiarazioni lasciano davvero senza parole. L’ex leader dei BluVertigo da poche settimane abita con la sorella e la nipote in un loft adiacente al palazzo in via Antonini che conta di 16 piani e che nella giornata di ieri 29 agosto è andato a fuoco.

Il cantante spiega nei minimi dettagli che cosa è accaduto riprendendo il grattacielo in fiamme:

“Stavamo per andare a fuoco anche noi. Noi siamo nella casa di fianco. Sono scappato subito appena ho sentito il calore in casa, in un attimo è divampato il fuoco nel palazzo. Ho fatto in tempo a fare un video ma sono scappato perché sentivo le fiamme addosso. Mi devo trasferire su Marte”.

Il il cantante, leader dei Bluvertigo continua poi raccontando la drammatica vicenda:

“Cadevano i pezzi della facciata e c’era tanto fumo oltre all’incendio. E’ stata una scena allucinante, le fiamme erano altissime. Ci siamo spaventati e siamo scappati”.

Secondo quanto spiegato dallo stesso Morgan, nell’edificio in via Antonini all’ultimo piano risiede anche il cantante Mahmood primo ad abbandonare insieme agli altri residenti la sua abitazione per mettersi in salvo. A confermarlo anche alcuni condomini che lo hanno visto scappare.

L’incendio in via Antonini

Nella giornata di ieri domenica 29 agosto, il palazzo di 16 piani in via Antonini ha preso misteriosamente fuoco. 150 i residenti evacuati e tra questi anche Mahmood che abitava all’ultimo piano del palazzo.

A documentare la vicenda con immagini drammatiche è il cantautore Morgan, leader dei Bluvertigo che attraverso alcune Instagram stories ha descritto nei dettagli che cosa è accaduto.

L’incendio che si è verificato in via Antonini colpendo la Torre dei Mori, il grattacielo che ospita 60 famiglie è davvero drammatico.

L’amministratore del condominio Augusto Bonomi dice:

“E’ troppo presto per fare una stima dei danni. Ai soli residenti che dicono abbiamo perso li conforto rispondendo che per fortuna tutto è successo in un pomeriggio d’estate. Ora all’interno dei palazzi dovrebbero esserci solo cani e gatti”.

Purtroppo dunque ancora l’incubo non è finito, ci sarebbero degli animali intrappolati che devono essere liberati. Secondo le ultime indiscrezioni a scatenare un incendio è un corto circuito, questa è una delle ipotesi che al momento è al vaglio degli inquirenti e degli investigatori ma si attende ancora il parere della magistratura per fare chiarezza sulle cause dell’incendio che ha distrutto l’intero grattacielo situato in via Antonini.

Nella giornata di ieri intorno alle 17:30 a dare l’allarme i residenti che hanno visto le loro abitazioni invase dal fumo prima e dal fuoco poi.

Allertati immediatamente i mezzi di soccorso e i vigili del fuoco che prima delle 23 non sono riusciti a raggiungere i piani più alti del grattacielo. L’edificio non ha rischiato di cadere:

“Mai visto una cosa così. E’ probabile che la facciata fosse fatta di materiale molto combustibile. L’edificio non rischia di cadere. Non è stata intaccata la struttura portante, si è bruciato il rivestimento ma non c’è pericolo che crolli. Il palazzo è ancora in fase di spegnimento siamo ancora sul posto con tutte le squadre e stiamo cercando di salire i piani che restano bollenti. Abbiamo difficoltà a salire per constatare che tutti siano effettivamente stati evacuati. Per ora siamo arrivati fino al sesto piano”.

Questa la testimonianza del capo dei vigili del fuoco.

Grazie anche ai residenti in strada, la polizia locale è riuscita a realizzare una lista con i nomi di tutti i residenti nel palazzo. I vigili intanto hanno sfondato le porte di ogni singolo appartamento per accertarsi che in casa non si fosse più nessuno.

Per il momento, fa sapere il sindaco Sala, i residenti sono rimasti senza casa e senza nulla e per qualche giorno dovranno rimanere in albergo.

LEGGI ANCHE —> Mahmood, prende fuoco il palazzo dove abita: le immagini riprese in diretta | FOTO