Michael Schumacher irriconoscibile dopo l’incidente, la moglie: ‘E’ lì ma è diverso…’

Michael Schumacher: finalmente parla la moglie Corinna e spiega come sta il marito. Ecco la dichiarazione che lascia tutti senza parole. Vediamo tutti i dettagli.

Michael Schumacher come sta? Finalmente arrivano le prime dichiarazioni di Corinna, la moglie del pilota di formula 1. Ecco che cosa ha dichiarato la donna. Scopriamolo insieme.

Le dichiarazioni di Corinna

Corinna Schumacher, la moglie del campione di formula 1 finalmente rompe il silenzio e racconta in una nota stampa le condizioni di salute del marito.

Dopo 8 anni dall’incidente sciistico che ha subito Michael quel famoso 29 dicembre 2013 mentre sciava sulle Alpi francesi, la moglie che in questi lunghi anni ha sempre rilasciato note stampa parlando col contagocce sulle condizioni di salute del marito, finalmente decide di intervenire.

Quelle che pronuncia sono parole di dolore ma nelle quali si può leggere tutto l’amore di una moglie per suo marito:

“Michael manca a tutti, ma Michael è qui, è diverso ma è qui. Mi mostra ancora quanto è forte ogni giorno. Non ho mai incolpato Dio per quello che è successo. E’ stata solo sfortuna come potrebbe capitare a chiunque punto. Certo mi manca ogni giorno. Ma non sono l’unica a cui manca. I bambini, la famiglia, suo padre, tutti intorno a lui. Questo ci dà la forza, penso”.

Come sta Michael oggi

Il 29 dicembre 2013 Michael si trovava sulle Alpi francesi a sciare con il figlio. Improvvisamente perde il controllo e sbatte con la testa su un grosso masso. Perde conoscenza e viene immediatamente ricoverato in un ospedale di Grenoble.

Gli verrà indotto il coma farmacologico perché il cervello è troppo gonfio. Dopo 250 giorni finalmente si risveglia e viene trasferito in una clinica a Losanna in Svizzera per cominciare la riabilitazione e la fisioterapia domiciliare.

Da quel momento le notizie su di lui sono arrivate veramente col contagocce. Oggi a rompere il silenzio è la moglie Corinna che afferma che lui è continua a vivere in casa con la sua famiglia e che necessita ancora di costanti cure mediche.

La strada è ancora lunga ma sicuramente Michael migliorerà:

“Lui si sottopone alle cure. Stiamo insieme, viviamo insieme a casa. Facciamo di tutto per migliorare le sue condizioni, assicurarci che sia a suo agio per fargli sentire la nostra famiglia, il nostro affetto. Qualunque cosa potrò fare la farò. Lo faremo tutti. Come famiglia cerchiamo di andare avanti come Michael avrebbe voluto e come lo vorrebbe ancora. La vita va avanti Michael ci ha sempre protetti e ora noi stiamo proteggendo Michael”.

LEGGI ANCHE —> Michael Schumacher, l’ultima visita in ospedale: Weber svela un retroscena