Aida Yespica racconta perché non vede il figlio, avuto dall’ex calciatore Matteo Ferrari, da ben 2 anni

Aida Yespica, la showgirl venezuelana confessa a Libero Quotidiano, che sono due anni che non vede Aron, il piccolo avuto da Matteo Ferrari il 27 novembre 2008.

Il bambino vive con il papà negli States.

Aida Yespica

Aída María Yéspica Jaime, conosciuta semplicemente come Aída Yéspica, è nata il 15 luglio 1982 a Barquisimeto, la capitale del Venezuela.

L’artista è attiva nel mondo dello spettacolo come: modella, showgirl e attrice, sia nel Venezuela, che in Italia, Spagna e Stati Uniti.

La scioccante confessione della showgirl lontana dal suo piccolo avuto da Matteo Ferrari:

“Il padre di mio figlio non voleva farmelo frequentare, ora non vedo Aron da 2 anni”.

Aida Yespica è tornata a essere al centro del gossip dopo aver archiviato la storia con Geppy Lama.

Ora nel suo cuore, ci sarebbe un imprenditore padovano a capo di una multinazionale, di nome Mirco.

Leggi anche -> Grande Fratello Vip, Manuel Bortuzzo varca la famosa porta rossa di Cinecittà, e conquista tutti

Leggi anche -> Grande Fratello Vip, Manuel Bortuzzo varca la famosa porta rossa di Cinecittà, e conquista tutti

Le confessioni sofferte della showgirl

Stando alle ultime notizie, Aida Yespica avrebbe già iniziato la convivenza con il nuovo amore, anche se dai social di lei, non appare nulla circa la sua frequentazione con Maschio.

Una nota dolente per Aida la lontananza dal figlio, la bella venezuelana confida infatti addolorata:

“In questo momento ciò che mi sta mancando di più è mio figlio Aron, a causa del Covid sono 2 anni che non riesco a vederlo. E’ a Miami con suo padre, ma sia per problemi con il passaporto che per la pandemia ormai è tanto tempo che non lo abbraccio, anche se ci sentiamo spessissimo”.

Inoltre racconta come abbia passato degli anni difficili e svela un particolare delicato della sua vita:

“Ho sofferto di depressione post-partum ed è stato un periodo faticosissimo. In più c’è stata la separazione con Matteo, che ha provocato ancora di più dei dolori e delle grandi delusioni. Io e Matteo siamo dovuti andare in tribunale, perché inizialmente lui non voleva che io frequentassi Aron”.

Alla fine ha spiegato Aida tutto si è risolto:

“E’ stata molto dura, ma alla fine la giustizia ha dato ragione a me, vedendo quanto amore e dedizione davo a mio figlio. Oggi posso dire che tra me e Matteo c’è un rapporto civile”.