Ainett Stephens e il difficile passato: “venivo bullizzata”| la triste confessione

Un passato difficile da dimenticare quello di Ainett Stephens. La sensualissima gatta nera nasconda più di uno scheletro nell’armadio.

Ainette il dramma del bullismo
Ainett sui social

A volte anche le persone più insospettabili nascondo dei drammi personali davvero incredibili.

Ainett Stephens è una donna bellissima e dalla sensualità straripante nessuno si aspetterebbe che in passato è stata presa di mira dai bulli. Ecco cosa ha raccontato in queste ore nella casa del Grande Fratello VIP.

LEGGI ANCHE –> Chi è Ainett Stephens? Età, altezza, malattia del figlio, autismo e curiosità sull’ex gatta nera

LEGGI ANCHE –> Simona Ventura terribile tradimento: l’ha scoperto così | Veramente imbarazzante

Ainett Stephens, il dramma personale: ‘Io bullizzata’

La showgirl e modella venezuelana in una delle sue ultime apparizioni televisive prima del GF Vip, a Verissimo, ha confessato di avere avuto un passato che in molti non immaginerebbero e anche il suo presente non è esente da piccoli grandi problemi. Parlando della sua infanzia confessa:

“Ero una bambina molto schietta… Mi arrampicavo sugli alberi, ero una bambina molto selvaggia. Siamo otto fratelli ed ero la seconda… Non posso lamentarmi, ho avuto un’infanzia molto bella in compagnia dei miei fratelli. Solo chi ha un fratello può sapere che dono meraviglioso è, adesso come adesso non potrei farne a meno”.

Ricordando con la conduttrice i tempi del concorso Miss Venezuela e raccontando di essere stata spesso vittima di bullismo ha rivelato:

“Ricordo che quando avevo diciassette anni un giorno mi disse: ‘Guarda che stanno facendo un casting’. C’erano 54 ragazze e io ero l’unica di colore. Ai tempi in Venezuela c’era tanto razzismo e io venivo spesso bullizzata a scuola per il colore della mia pelle, ogni giorno. Non credevo in me stessa, mi sentivo brutta. Ero molto alta, molto magra”.

La gatta nera ha reagito agli insulti e alle vessazioni:

“Le dissi: ‘Mamma, ok ci provo ma non credo che vincerò’. Mi ha detto: ‘Provaci, vediamo cosa succede… Non hai nulla da perdere’. Così andai, feci il provino e vinsi… dopo aver subito tanti maltrattamenti anche mentre facevo il casting”.

Sicuramente è difficile pensare ad una donna bella come lei bullizzata ma questo è la prova che l’ignoranza e la voglia di ferire gli altri non conosce limiti e regole.

Ainett, inoltre, ha anche perso i suoi parenti: sua mamma e sua sorella molto probabilmente sono state rapite e uccise brutalmente.