Il pokè bowl: la tendenza dell’anno, ma è salutare? Risponde un nutrizionista

Il pokè bowl è realmente salutare? Ecco le parole di un nutrizionista esperto che risponderanno a tutti i vostri dubbi sul piatto spopolato in Italia di origine hawaiana.

Pokè bowl
Pokè Bowl – Donnapress.it

Come ben saprete, nell’ultimo periodo gli italiani sono letteralmente impazziti per una nuovissima pietanza che, qualche tempo fa, in pochi conoscevano. Piatto rinfrescante e quindi ideale per le giornate particolarmente calde. Questa prelibatezza culinaria inoltre, possiede innumerevoli proprietà benefiche per l’intero organismo umano, oltretutto sembra che questo monopiatto sia particolarmente indicato per tutte quelle persone che cercano di mantenere/raggiungere un peso forma impeccabile.

Non tutti sanno però che questa pietanza ha origini hawaiane, ebbene si, in molti associano questo piatto alla cultura culinaria giapponese ed in realtà non hanno tutti i torti. Il pokè infatti unisce le due culture in un solo piatto.

Il pokè bowl conquista le papille gustative degli italiani: le parole del nutrizionista

Questo piatto ha svariati ingredienti e fra questi il pesce, generalmente curdo, regna sovrano poiché nasce da una tradizione hawaiana che vede come protagonisti i pescatori provenienti dalle isole dell’arcipelago vulcanico.

Pokè Bowl
Pokè Bowl – Donnapress.it

I quali utilizzavano gli scarti del pescato per creare uno spuntino del tutto salutare. Questa pietanza può esser preparata in svariati modi poiché alla sua base possiamo trovare la quinoa, il riso (il quale potrebbe essere sia integrale che sushi), spaghetti di riso e  innumerevoli altri ingredienti come ad esempio la frutta e  verdura.

Potrebbe interessarti anche: Insalate gustose e particolari per non annoiarsi con il solito piatto fresco

Secondo quanto detto dal biologo nutrizionista Marty Fierro, questo piatto a differenza del sushi, è un pasto molto più completo poiché contiene carboidrati, vitamine, sali minerali e proteine. Ma quante calorie effettive contiene?

“È una fonte di carboidrati complessi, di grassi buoni come gli omega 3 e di proteine, fondamentali per rigenerare, nutrire e aumentare la massa muscolare. Le verdure, la frutta fresca o secca, infine, forniscono all’organismo un mix di vitamine, antiossidanti e fibre [..] Una pokè bowl apporta circa 300/400 kcl.”

Queste sono le parole del nutrizionista, il quale spiega inoltre che questo è quindi un piatto molto consigliato anche se non bisogna consumarlo tutti i giorni. Potrete degustarlo circa due volte alla settimana anche se state percorrendo un percorso per perdere del peso.

Potrete quindi consumarlo anche come pasto dietetico, un’attenzione speciale però va rivolta al consumo della salsa di soia e del sesamo, questi condimenti infatti dovrebbero essere utilizzati in piccole quantità.

Desirèe Cirisano