Matita per labbra, controlla subito la tua: il dettaglio che sfugge a tutti

Sapevate il segreto della matita per labbra? È sconvolgente e vi farà risparmiare tantissimi soldi! Ecco il dettaglio che nessuno conosce.

Matita per labbra
Matita labbra – Donnapress.it

A casa, nei nostri cassetti, abbiamo migliaia e migliaia di matite labbra accumulate col tempo. Molto spesso alcune sono inutilizzabili, perché non si sa più come temperarle. A questo punto non resta che buttarle e fare un po’ di spazio per ricomprarle nuove.

O forse c’è una soluzione? Sappiamo benissimo come i cosmetici e i trucchi possano succhiarci tutti i nostri risparmi, quindi fare shopping compulsivo di matite labbra non sembra una grande idea.

Se ci fosse un modo per salvare la vita alle matite che abbiamo già nei nostri cassetti sarebbe davvero molto meglio. Infatti il modo per allungare la vita ai nostri cosmetici c’è eccome, basta prestare attenzione a questo dettaglio.

Come funziona la matita per labbra? Il segreto che nessuno sa

Se guardate le vostre matite, noterete che ce ne sono di due tipi. Ci sono quelle che assomigliano a delle matite tradizionali (quelle per colorare). Sono fatte di legno e al loro interno hanno la mina che è fatta di una sostanza molto simili al rossetto.

Potrebbe interessarti anche: Forma delle unghie: quale faccio? Scegli quella più adatta a te! La guida

Makeup
Matita labbra – Donnapress.it

Poi ci sono quelle dette “automatiche”, che non hanno bisogno di essere temperate. La mina è estraibile, ma, come potete immaginare, non è magica e non mantiene la sua forma appuntita per sempre. Se la matita non è appuntita difficilmente riuscirete a disegnare dei contorni precisi. Infatti dovete estrarre il cilindretto che c’è dietro. 

Quel piccolo oggetto, che probabilmente avrete già notato, serve proprio a ridare una punta precisa alla nostra matita spuntata, che altrimenti sarebbe inutilizzabile. Sicuramente una rivoluzione per le nostre matite, che ritorneranno ad essere come nuove.

Trucco
Matita labbra – Donnapress.it

Inoltre, potendo sistemare la punta tutte le volte, il risultato sarà molto più preciso rispetto a quando vi accontentavate di una matita spuntata. 

Irene Mazzucco