Belen Rodriguez e l’incidente sui social “Photoshop venuto malissimo”

A volte i ritocchini estetici possono rendere irriconoscibili dei volti o dei corpi. Nel caso dell’ultima foto postata da Belen Rodriguez, è evidente che il problema non è stata causato dal chirurgo estetico, ma da qualche filtro di troppo.

Belen Rodriguez
Belen Rodriguez – DonnaPress.it

Tutte le donne che si lavorano nel mondo dello spettacolo si affidano a fotografi che sappiano valorizzare in tutte le sfumature la propria bellezza. Alcuni, però commettono – talvolta- degli errori evidentissimi, come nel caso di Belen Rodriguez.
La showgirl argentina si è vista cadere addosso una pioggia di commenti negativi e polemici per via di una delle ultime foto postate.

LEGGI ANCHE –>Belen e Antonino crisi superata, la foto del paparazzo toglie ogni dubbio

Belen Rodriguez, foto ritoccata malissimo: “Non sembri tu”

Tanti i commenti che invitano Belen Rodriguez a fare più attenzione sui filtri e le modifiche alle proprie foto. Che le foto sono ritoccate si sa da sempre, ma a volte il ritocco può essere decisamente evidente, quindi fatto molto male.

Belen senza trucco

Nella foto, qualche fan della showgirl ha stentato a riconoscerla. In effetti, il suo volto sembra diverso e anche il suo corpo in alcuni punti troppo sottile.

LEGGI ANCHE –>Belen Rodriguez senza trucco, irriconoscibile senza filtri: la foto

Belen e la foto incriminata

Non è la prima volta che Belen riceve attacchi simili dopo la pubblicazione di una foto sui social. Questa volta, è una foto apparentemente normale (non una in cui la showgirl mette in mostra evidente le sue bellissime forme) che ha lasciato parecchie persone interdette.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Maria Belen (@belenrodriguezreal)

La conduttrice di Tu sì que vales, anche questa volta, a chi le ha sottolineato che non sembra affatto lei nella foto e che i filtri e i ritocchi da photoshop sono troppo evidenti, non ha risposto lasciando cadere tutto nel dimenticatoio.

Un modo anche per non dare peso alle parole cariche di invidia e talvolta anche di odio del web.