Massimo Giletti radiato, Bufera alla Rai: ecco che spunta la verità

Tutti ricordano che per tanto tempo Massimo Giletti è stato uno dei volti cardine della Rai. Il conduttore di Non è L’Arena, con L’Arena teneva incollati un bel po’ di italiani davanti allo schermo. Eppure, all’improvviso – di punto in bianco- il giornalista è sparito dalla rete.

Massimo Giletti
Massimo Giletti – DonnaPress.it

Ovviamente Massimo ha continuato a fare TV reinventandosi, sullo stile de L’Arena ha costruito Non è L’Arena, programma ancora più polemico e critico nei confronti del sistema. Ma sapete perché è stato cacciato dalla Rai? Finalmente la verità viene a galla.

LEGGI ANCHE –>Massimo Giletti paparazzato con lei: il conduttore e la bellissima per le strade di Roma

Massimo Giletti, il vero motivo della cacciata dalla Rai

Il conduttore è così sparito di punto in bianco, ormai da anni, dalla prima rete. Massimo Giletti però ha tenuto compagnia agli italiani con il suo nuovo programma su La7. Con lui la rete ha guadagnato un bel po’ di ascolti.

Giletti casa
Massimo Giletti (WebSource)

In effetti, la scelta di fare a meno di Massimo non sembra aver giovato molto alla Rai. Senza di lui gli ascolti sono calati a picco vista la concorrenza.
Ma come mai è stato mandato a casa dopo tanti anni di onorata carriera?

LEGGI ANCHE–>Massimo Giletti paparazzato con lei: il conduttore e la bellissima per le strade di Roma

Il motivo ufficiale dell’addio

Secondo la tesi del direttore del tempo, Orfei, era necessario un cambio di stile per permettere agli italiani di staccare un po’ con la mente dopo una settimana di lavoro. Quindi, gossip, leggerezza (in effetti Massimo fu sostituito dalle Parodi che purtroppo fecero un vero e proprio flop).

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da @giletti.official

 In realtà, secondo alcune indiscrezioni, ci sono state più di un’incomprensione con i vertici Rai e Massimo non è uno che scende facilmente a compromessi.
Insomma, in fin dei conti a perderci è stata proprio la prima rete.