Giancarlo Magalli condannato: arriva la sentenza | Gli italiani sono scioccati

Adriana Volpe ha avuto la sua rivincita su Giancarlo Magalli. Oggi è arrivata la sentenza che lo vedrebbe colpevole.

Adriana Volpe
Adriana Volpe – DonnaPress.it

La condanna a Giancarlo Magalli è arrivata a seguito di un’intervista rilasciata nel 2017.

Giancarlo Magalli colpevole di diffamazione

Adriana Volpe aveva accusato Giancarlo Magalli a seguito di alcune dichiarazioni che il collega e conduttore aveva rilasciato su di lei. La sua gioia è stata incontenibile, tanto che l’opinionista del Gf Vip 6 è corsa su Twitter per condividere la notizia che è arrivata questa mattina.

I due hanno lavorato insieme per molti anni, fianco a fianco, alla conduzione della trasmissione Rai I fatti vostri. Anno dopo anno, i rapporti tra i due si sono incrinati malamente e, attualmente, i due non perdevano occasione di lanciarsi frecciatine di varia natura.

LEGGI ANCHE -> Adriana Volpe, avete mai visto l’ex marito? Bello come il sole e ricchissimo

L’accusa sarebbe quella di diffamazione aggravata da parte di Giancarlo Magalli proprio nei confronti di Adriana Volpe. La condanna al conduttore prevede un risarcimento. I fatti riguarderebbero un’intervista rilasciata dal conduttore al giornale Chi.

La decisione del Tribunale di Milano

Stando a quanto ha stabilito il Tribunale di Milano, Giancarlo Magalli dovrà provvedere ad un risarcimento di Adriana Vope, costituita parte civile. La conduttrice è stata assistita dagli avvocati dello Studio Grande Stevens: Michele Briamonte, Nicola Menardo e Stefania Nubile dello Studio Grande Stevens. La quota da versare è di 25.000 euro. La multa è invece di 14.000 euro.

Benché Giancarlo Magalli abbia ricevuto una condanna comunque pesante, non ha accennato ad abbassare i toni. Tanto che ha pubblicato su Facebook una critica nei confronti della collega che lo ha accusato:

“Dato che tra 5…4…3…2…1 la Volpe inonderà il web di comunicati stampa riguardanti la mia condanna esemplare per un’intervista in cui io parlavo del Me Too e NON la nominavo affatto”

Il conduttore Rai ha continuato scrivendo che pagherà soltanto la multa e le spese legali ma non è stato condannato ad alcun ergastolo o a risarcimenti milionari.

Anche il giornalista a cui Magalli aveva rilasciato l’intervista era stato condannato ma è stato assolto. Era lui, secondo Magalli che aveva spinto affinché il conduttore sparlasse della Volpe.

La querela per il direttore responsabile di Chi (ovvero Alfonso Signorini) stando a quanto ha affermato Magalli, fu ritirata. Non a caso, stando a quanto scrive sempre su Facebook il conduttore, la collega attualmente lavora proprio con Signorini.