Sanremo, dopo Amadeus toccherà ad Achille Lauro: arrivano le conferme

Achille Lauro sarà il futuro direttore artistico del Festival di Sanremo? Ecco le sue parole.

Amadeus e Achille Lauro
Amadeus e Achille Lauro – donnapress.it

Achille Lauro è uno dei cantanti in gara al prossimo Festival di Sanremo che si terrà presso il Teatro Ariston della cittadina in provincia di Imperia dal 1 al 5 febbraio prossimo.

Si tratta della terza partecipazione in gara per quanto riguarda l’artista e della sua quarta presenza consecutiva nella kermesse, dato che lo scorso anno è stato presente in veste di ospite musicale fisso.

Achille Lauro futuro direttore artistico di Sanremo?

 Lauro De Marinis, meglio conosciuto come Achille Lauro, nasce a Verona, nel 1990. Figlio  del magistrato della Corte di Cassazione Nicola De Marinis cresce nella periferia di Roma, tra Conca d’Oro e Serpentara.

All’età di quattordici anni decide di andare a vivere con suo fratello Federico, in arte Fet, produttore del gruppo rap Quarto Blocco e si allontana dai suoi genitori che trasferiscono in un’altra città.

Nel corso degli anni, il cantante ha avuto un rapporto non facile col padre, saldato soltanto negli ultimi tempi. Diversamente è stato sempre legato a sua madre, infatti è lei che ricopre il ruolo di amministratrice della holding del figlio, la De Marinis Mgmt S.r.l.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da ACHILLE LAURO® (@achilleidol)

 La sua carriera musicale inizia nel 2012 quando con i Quarto Blocco, pubblica il mixtape Barabba, utilizzando il nome d’arte di Achille Lauro, in onore del politico e armatore napoletano, comandante della nave ‘O Comandante affondata nel 1994 al largo della costa somala.

Firma il suo primo contratto nel 2014  con l’etichetta discografica di Marracash, la Roccia Music, e ottiene l fama nel 2015 con il brano Dio c’è.

Abbandonata la Roccia Music fonda  una propria etichetta discografica, la No Face Agency, collaborando con il producer Boss Doms con cui nel 2017 partecipa a Pechino Express classificandosi secondi.

Le partecipazioni a Sanremo

Nel 2017 firma un contratto con la Sony Music e l’anno successivo pubblica l’album Pour l’amour scritto durante un periodo in cui è stato in isolamento in sola compagnia della marijuana.

Calca per la prima volta il palco del Teatro Ariston nel 2019 p con il brano Rolls Royce e nel ci ritorna  nel 2020 scon la canzone Me ne frego per poi tornare nella kermesse nel 2012 come ospite musicale con un’esibizione diversa in ogni serata.

Achille Lauro direttore artistico di Sanremo
Achille Lauro – donnapress.it

Nell’edizione 2022 sarà in gara con il brano Domenica, assieme all’ Harlem Gospel Choir.

Come riporta Il Fatto Quotidiano in una recente intervista, Achille Lauro ha affermato che qualora dovessero proporgli nei prossimi anni il ruolo di direttore artistico accetterebbe volentieri affermando che al momento ci sono nuovi stili e correnti musicali e che al momento non saprebbe quali cantanti scegliere per un’eventuale cast rimandando la decisione in futuro, semmai dovesse ricoprire il ruolo di direttore artistico.