Alba Parietti: “Incastrata sotto le lamiere” | L’evento in cui rischiò la morte

Alba Parietti rilascia una dichiarazione scioccante, ha rischiato di morire incastrata sotto le lamiere, ecco cos’è accaduto alla donna. 

Alba Parietti
Alba Parietti – Donnapress.it

La showgirl, 60enne, è in attività da moltissimi anni, dagli inizi degli anni ’80 ed ancora ad oggi ci intrattiene in televisione, infatti ha appena lasciato il programma Il cantante mascherato. 

Alba ha partecipato per poche puntate, appena due, perché è stata eliminata nel secondo episodio. A sua discolpa però, la sua identità è stata svelata, involontariamente, dalla conduttrice Milly Carlucci. 

La famosa conduttrice intrattiene i suoi fan anche sui social media, dove ha un incredibile seguito: sul suo account, verificato dalla spunta blu, conta infatti più di 450 mila followers. 

Alba Parietti stava per morire

È proprio attraverso i social che ha dato una notizia sconvolgente ai suoi followers, che riguarda la salute e la sicurezza dell’attrice. La donna ha infatti raccontato un fatto che ha lasciato perplesse migliaia di persone.

Alba Parietti foto hot
Alba Parietti – donnapress.it

Alba ha infatti raccontato, attraverso un lungo sfogo, di un episodio passato, da cui è uscita, fortunatamente, indenne, anche se molto spaventata. Ha risposto ad un soccorritore del 118, che dopo anni si è fatto sentire. 

L’uomo infatti ha salvato Alba dalla morte: era il 2004 quando l’attrice è finita nel bel mezzo di uno scontro tra due tir, sotto cui è rimasta incastrata. La donna è rimasta bloccata sotto le lamiere, che la schiacciavano, per ore intere, perché i soccorritori non riuscivano a liberarla.

Il brutale incidente è avvenuto di notte e, nonostante in tantissime persone si siano fermate a prestare soccorso, la donna ha avuto non poca paura. I soccorritori non hanno potuto sfruttare la via più veloce per liberarla, quella della fiamma ossidrica, perché c’era gasolio sparso ovunque. 

Dopo ore intere trascorse sotto ai veicoli, anche se per un periodo la donna è stata incosciente, dove molte persone le sono state accanto e le hanno parlato interrottamente, per non farle perdere la coscienza, i soccorritori sono riusciti a liberarla.

Da quel momento, si è sentita “nata per una seconda volta” e grata per la sua vita, nonché eternamente riconoscente alle persone che l’hanno salvata dal morire sotto ai tir. La donna non aveva mai raccontato dell’incidente fino ad oggi, forse perché troppo personale e spaventato da ricordare.