Maurizio Costanzo addio improvviso: costretto a licenziarsi | Il triste annuncio

Il giornalista romano ha dovuto ammettere di essere stato costretto a prendere una triste decisione. Maurizio Costanzo rompe il silenzio.

Maurizio Costanzo
Maurizio Costanzo -DonnaPress.it

Un triste annuncio quello di Maurizio Costanzo: il conduttore del noto show ha dovuto ammettere che non può più portare avanti il ruolo che ha ricoperto per anni spiegando anche le ragioni che hanno già suscitato più di una polemica.

Maurizio Costanzo, addio improvviso: costretto a licenziarsi

La notizia è arrivata alla stampa poche ore fa: Maurizio Costanzo ha dovuto dimettersi da advisor esterno della comunicazione della Roma. La grande passione per la sua città, per la sua squadra e per il lavoro da giornalista da giugno è entrata a far parte del club giallorosso come consulente esterno.

Maurizio Costanzo
Maurizio Costanzo – donnapress.it

Al Corriere dello Sport ha svelato il motivo specifico del suo addio:

“Lascio perché non mi è stata data la possibilità di svolgere l’incarico che mi era stato affidato. Sono assolutamente pro Mourinho e tifoso della Roma”.

E’ da precisare che Costanzo rivestiva per la sua squadra il ruolo di giornalista e collaboratore anche per il Corriere dello Sport-Stadio.

Maurizio e la collaborazione con la Roma

La collaborazione è partita lo scorso 10 luglio, tra le tante cose che Maurizio fa – per giornali, riviste e TV – ma non si è mai messa nel verso giusto. Maurizio, rivela, di essere stato un po’ ‘ostacolato’ nel suo lavoro, in quello che avrebbe dovuto fare in qualità di advisor:

“Darò il mio contributo per spiegare bene Roma e i romani e per cercare di ricostruire il clima di amore con i tifosi verso la Roma. È bello fare di una passione una professione”,

Queste le sue parole. Purtroppo il rapporto che non è andato come si augurava, come Costanzo avrebbe voluto. Ed è per questo che poche ore fa Maurizio ha annuncio il suo addio alla Roma.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Spettegolando.it (@spettegolando.it)