Ambra Angiolini, “rifiutata al lavoro perché lesbica” : il dramma dell’attrice

Ambra Angiolini ha rivelato che in passato non le hanno affidato un lavoro per via della sua presunta omosessualità. Ecco la sua confessione.

Ambra Angiolini rifatta?

Ambra Angiolini è uno dei volti più amati nel mondo dello spettacolo, sin da quando era ragazzina è entrata nel cuore di tutti gli italiani per poi col tempo diventare una delle attrici più brave del panorama cinematografico italiano.

Ambra Angiolini e la confessione

Classe 1977, nata a Roma, inizia sin da piccola ad avere un interesse per il mondo dello spettacolo tanto che la sua insegnante di danza, visto le sue doti da ballerina e la sua vivacità segnala ai suoi genitori il casting di un programma televisivo della Fininvest.

Così giovanissima, entra a far parte dello show Fantastico nella stagione 1990 e poi in quella successiva del 1991 fino ad arrivare ad entra a far parte del programma di Paolo Bonolis del 1992 Bulli e Pupe.

Ma la fama avviene quando nello stesso anno entra a far parte del cast della seconda stagione di Non è la Rai, dove le viene affidato il momento del Gioco dello Zainetto.

Ambra Angiolini ha dichiarato di essere stata rifiutata perché si diceva fosse lesbica
Ambra Angiolini – donnapress.it

Grazie alla sua spigliatezza e al gradimento da parte del pubblico successivamente diventa la prima “donna” del programma diventandone presentatrice ma la critica non l’apprezza molto per via del suo modo di fare megalomane e saccente e per via di una dichiarazione dove si dichiarava schierata dalla parte di Silvio Berlusconi durante le elezioni del 1994.

Successivamente verrà rivelato che Ambra veniva pilotata tramite un auricolare da Gianni Boncompagni che le dava delle direttive su quello che doveva dire e fare.

Durante l’esperienza di Non è la Rai ottiene un enorme successo discografico grazie alla sua canzone T’appartengo e al suo primo disco di inediti ottenendo un riscontro positivo anche all’estero.

Il rifiuto perché lesbica

Terminata l’esperienza del programma che le ha dato la gloria, recita nel film Favola per poi prendere parte ad alcune trasmissioni televisive come conduttrice.

Dopo un momento di allontanamento dal mondo televisivo, torna nei panni di attrice nel film Saturno Contro di Ferzan Ozpetek vincendo un Nastro d’oro, un David di Donatello e un Globo d’oro per la sua interpretazione.

La donna, ospite della seconda puntata di Michelle Impossible, one woman show di Michelle Hunziker, durante un monologo a due con la conduttrice sugli sbagli della vita, ha dichiarato che quando era all’apice del suo successo non ha ottenuto un lavoro televisivo perché si vociferava che fosse lesbica.

L’attrice ha anche rivelato di essere stata bulimica per via di un suo ex interesse amoroso che le diceva di essere grassa.