Fedez tumore ‘Rischio recidiva’: le parole del chirurgo sono preoccupanti

Fedez ha dovuto affrontare giorni difficili. Il rapper dopo la scoperta della malattia è stato operato al San Raffaele, ora è ritornato a casa dalla sua famiglia. Le parole del chirurgo di Fedez.

Fedez
Fedez – donnapress.it

Per Fedez, famoso rapper, e marito di Chiara Ferragni, le cose vanno meglio. Dopo aver fatto preoccupare i fan per l’assenza sui social e poi per la rivelazione della scoperta della malattia, il rapper è finalmente ritornato a casa dopo aver affrontato un operazione al San Raffaele a Milano.

Solo venerdì 18 marzo con delle stories sul suo profilo Instagram Fedez ha comunicato alle persone che lo seguono di star affrontando un periodo difficile della vita. Il rapper infatti ha scoperto di aver un raro tumore neuroendocrino del pancreas, ed è stato operato per asportare parte del pancreas, compreso il tumore.

Nonostante Fedez sia stato fortunato per aver scoperto in tempo la diagnosi non sono stati giorni facili quelli successivi all’intervento per Federico, ma grazie ai medici, alla moglie Chiara e alla sua famiglia è riuscito a riprendersi ed ora è tornato nel suo appartamento di City Life.

Le parole del chirurgo di Fedez: rischio di recidiva della malattia

Fedez pare essere tornato alla vita di tutti i giorni nella sua casa accanto ai suoi due figli, Leone e Vittoria, e alla moglie Chiara Ferragni, come appare dalle stories Instagram che condivide. Inoltre sui social il rapper è apparso visibilmente commosso dall’accoglienza ricevuta dai figli che lo amano molto.

Quello che aspetta Fedez è un lungo percorso medico, continui controlli per scongiurare il ritorno della malattia. A parlare della  malattia è stato il chirurgo che ha operato Federico, Massimo Falconi, Primario di Chirurgia del pancreas al San Raffaele di Milano. Ecco quali sono state le sue parole sulla malattia e sul percorso che seguirà.

Fedez e il team del San Raffaele a Milano - donnapress.it
Fedez e il team del San Raffaele a Milano – donnapress.it

Massimo Falconi, il chirurgo di Fedez: “In generale, il percorso di cura delle neoplasie non finisce con il solo intervento chirurgico. I controlli sono fondamentali. La frequenza con la quale vanno fatti dipende dalla ‘cattiveria’ del tumore. Solitamente all’inizio ogni sei mesi e poi il controllo sarà annuale.”

Ha continuato poi: “Sappiamo che il tumore neoendocrino a un rischio di recidiva molto basso, ma è sempre meglio prevenire e continuare sempre con i controlli.” Fedez dovrà quindi avere molta pazienza e sottoporsi spesso ai controlli per assicurarsi che il tumore non ritorni.