Caduta Libera, cosa c’è dentro la botola: ‘Una cosa che non pensereste mai’

Vi siete mai chiesti cosa c’è dentro la botola del programma televisivo Caduta Libera? Ve lo mostriamo.

Caduta Libera: interno botola
Caduta Libera – donnapress.it

Uno dei programmi televisivi più amati degli ultimi anni da parte dei telespettatori è Caduta Libera, quiz preserale condotto da Gerry Scotti.

La trasmissione andata in onda per la prima volta nel 2015 è tratto dal format israeliano La’uf al HaMillion e la prima edizione della versione italiana è stata registrata negli studi di Antena3 a Barcellona in Spagna.

Caduta Libera: ecco cosa si nasconde dentro la botola

Successivamente dalla seconda edizione le registrazioni vengono effettuate in Italia presso lo studio 20 del Centro di Produzione Mediaset di Cologno Monzese e vede alcune modifiche sia nel regolamento che nel montepremi oltre che all’inserimento della parola Smile nel titolo, che poi verrà rimosso nelle edizioni a seguire.

Il gioco prevede delle sfide tra un campione centrale e 10 concorrenti. Il giocatore centrale dovrà di volta in volta scegliere uno sfidante e cimentarsi in alcune domande di cultura generale poste dal conduttore.

Una volta che un giocatore viene eliminato e ha perso le sue vite, questo viene mandato giù da una botola mentre quello che vince deve scegliere uno dei due colori posti su di un lecca lecca enorme che decreterà la somma che si aggiunge al montepremi.

Caduta Libera: interno botola
Gerry Scotti – donnapress.it

Alla fine, il campione si cimenta in una sfida finale dove dovrà indovinare a 10 domande in 3 minuti e qualora non ci riesca lui stesso verrà mandato giù nella botola ma potrà tornare nella puntata successiva come concorrente centrale.

Al momento, il campione che ha guadagnato più di tutti è stato Nicolò Scalfi che abbiamo visto recentemente nei panni di secchione ne La Pupa e il Secchione Show dove però è stato eliminato assieme alla sua pupa Vera Miales.

Cosa aspettarsi dopo la caduta

Ma vi siete mai chiesti cosa c’è sotto la botola? I concorrenti prima di prendere parte alla registrazione vengono sottoposti ad una prova di caduta e ad una simulazione dopo una spiegazione fatta da uno stuntman e aver firmato una serie di liberatorie.

Subito dopo l’apertura della botola, si fa un volo di tre metri e si atterra in una piscina gommosa formata da spugnosi cuscini che attutiscono la caduta. Però non bisogna agitarsi altrimenti ci si sprofonda all’interno ma bisogna aspettare l’arrivo degli addetti alla sicurezza che prelevano il concorrente per poi riportarlo verso la via di casa.

Nel corso degli anni, molti telespettatori si sono chiesti cosa ci fosse sotto la botola e finalmente il segreto è stato svelato.